counter

Ancona: Antigone visita Montacuto: 'La contestazione passa ma i problemi restano'

carcere 2' di lettura 10/12/2011 -

Sabato mattina una delegazione composta dal presidente di Antigone Marche, Samuele Animali, dal consigliere regionale di Sel, Massimo Binci, e dal deputato Pd, Oriano Giovannelli, si è recata in visita presso la casa circondariale di Ancona Montacuto, per monitorare la situazione inistituto dopo le notizie circolate in merito ad una rivolta scoppiata nei giorni scorsi.



Si è riscontrata una situazione di relativa tranquillità sia per quantoriguarda i detenuti che per quanto riguarda gli operatori penitenziari.Ieri sera, d’altra parte si era già diffusa la notizia che i disordinisi erano conclusi. Oggi la delegazione ha constatato che, salvi gli attidi auto-lesionismo dei quali si era già accennato nei giorni scorsi sui giornali, non sono stati registrati ferimenti né a danno degli agenti dipolizia penitenziaria, né a danno dei detenuti implicati e che non sisono verificati danneggiamenti evidenti alla struttura. A fronte di questo esito della protesta, l’associazione Antigone chiede anzitutto massima attenzione nella applicazione del provvedimento di allontanamento già disposto dal DAP per i detenuti coinvolti, ricordando che in nessuna norma di legge il trasferimento è elencato tra le possibili sanzioni disciplinari, che sono altre e previste tassativamente dal legislatore.

Chiede altresì che venga fatto ogni sforzo per non compromettere i loro rapporti con la famiglia ed il territorio. Vale la pena ribadire la drammaticità delle condizioni di detenzione delcarcere di Ancona e del resto delle Marche dove al 30 novembre 2011, nei 7istituti di pena, a fronte di una capienza di 775 detenuti, ne eranoospitati ben 1.201, e Montacuto, con i suoi 440 detenuti, a fronte di unacapienza regolamentare di 172, risultava il quarto istituto d’Italia persovraffollamento e caratterizzato da diversi problemi strutturali e dimanutenzione, con le pareti ricoperte di muffa e scrostate, ilriscaldamento e l’acqua calda spesso non funzionanti, i camminamenti perlo più scoperti e totalmente esposti al sole nei periodi estivi e alleintemperie in quelli invernali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2011 alle 18:48 sul giornale del 12 dicembre 2011 - 2659 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, carcere, montacuto, rivolta, antigone marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sNe





logoEV
logoEV