counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Montecopiolo: rubano 6mila euro di monete in canonica, bottino recuperato dai Carabinieri

1' di lettura
1078

Montecopiolo: rubano 6mila euro di monete in canonica, bottino recuperato dai Carabinieri

Il giorno dell'Immacolata, 8 dicembre,  alcuni cittadini di Montecopiolo hanno notato uno strano comportamento da parte di tre giovani che dopo essersi aggirati con un certo “nervosismo” nei pressi della Canonica della Chiesa San Giovanni Battista di Montecopiolo, successivamente erano saliti su una Golf di colore azzurro, allontanandosi a forte velocità.

I Carabinieri di Urbino, allertati telefonicamente, hanno diramato subito le ricerche dell’autovettura alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Novafeltria che, immediatamente, hanno attuato un intenso dispositivo di ricerca del veicolo segnalato.

Gli occupanti della Golf, notando l’autoradio dei Carabinieri, hanno imboccato repentinamente una strada sterrata, abbandonando l’autovettura in San Leo, località Torello e hanno proseguito la fuga nel territorio della Repubblica di San Marino, facendo perdere le proprie tracce.

L’immediata ispezione del veicolo ha permesso di rinvenire e sequestrare arnesi da scasso, nonchè la somma contante di 6000,00 euro circa in monete asportata, poco prima all’interno della casa canonica della Chiesa di San Giovanni Battista di Montecopiolo (PU) il cui parroco, Don Giuliano Sarti, ne aveva denunciato il furto presso la Stazione Carabinieri di Carpegna.

La refurtiva, costituita interamente dalle offerte dei fedeli raccolte durante le celebrazioni delle Sante Messe, è stata restituita al parroco Don Giuliano Sarti che, nella circostanza, ha espresso parole di elogio, ringraziando per l’operato i militari delle Compagnie Carabinieri di Novafeltria ed Urbino.



... Montecopiolo: rubano 6mila euro di monete in canonica, bottino recuperato dai Carabinieri


Montecopiolo: rubano 6mila euro di monete in canonica, bottino recuperato dai Carabinieri

Questo è un articolo pubblicato il 09-12-2011 alle 17:18 sul giornale del 10 dicembre 2011 - 1078 letture