counter

Giornata delle Marche: la Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri chiude le celebrazioni

Musica, violino 4' di lettura 09/12/2011 -

Sabato sera, 10 dicembre, a conclusione delle celebrazioni della Giornata delle Marche, la Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri è stata invitata ad eseguire, al Teatro Persiani di Recanati, un concerto sul tema “A Leopardi, alle Marche, all’Italia”.



La Banda è nota in ogni parte del mondo per la varietà del suo repertorio, per la perfezione formale delle sue esecuzioni e per il fascino che suscitano i suoi orchestrali, con le loro splendide uniformi, la magnifica compostezza, la profonda vocazione musicale.
A Recanati si esibirà un gruppo di 54 componenti diretti dal maestro Vice Direttore, Capitano Massimiliano Ciafrei.

Questo il programma del concerto del 10 dicembre (inizio ore 21):

Gioacchino Rossini, LA GAZZA LADRA, Sinfonia
Giacomo Puccini, MADAMA BUTTERFLY
Pietro Mascagni, CAVALLERIA RUSTICANA, Intermezzo
Nino Rota, IL PADRINO, Dalla colonna sonora dell’omonimo film
Ennio Morricone, NUOVO CINEMA PARADISO, Arr. M. CIAFREI, dalla colonna sonora dell’omonimo film, Pianista Solista: prof. Raffaele BALZANO
Giovanni Allevi, COME SEI VERAMENTE, Arr. M. CIAFREI
Giovanni Allevi, INNO DELLE MARCHE
Nino Bixio, MAMMA, Arr. M. CIAFREI
Giuseppe Verdi, AIDA, Finale II parte I
Luigi Cirenei, LA FEDELISSIMA, Marcia d’ordinanza dell’Arma dei Carabinieri
Michele Novaro, IL CANTO DEGLI ITALIANI, Inno Nazionale Italiano


Storia della Banda dell’Arma dei carabinieri
Le origini del complesso musicale risalgono al 1820, quando, per la prima volta, il Corpo dei Carabinieri Reali comprese nel suo organico un nucleo di Trombettieri. Tale formazione fu trasformata, nel 1862, in Fanfara, e attraverso successive modifiche assunse nel 1920 una fisionomia più ampia e la denominazione di Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri.

Sotto la direzione del M° Luigi Cajoli, valente personaggio dotato di notevole esperienza e grande sensibilità musicale, la Banda si affermò rapidamente come complesso musicale d’alta qualità professionale, divenendo degna espressione artistica di quella famiglia più grande che è l’Arma dei Carabinieri. Nel 1916, dopo un gran numero di concerti tenuti in Italia, il Complesso Musicale ebbe il battesimo internazionale con la sua prima tournée all’estero, per onorare i soldati alleati feriti. La meta fu Parigi, dove si esibì con grande successo suonando accanto alle celebri Bande della Guardia Repubblicana francese e della Guardia Reale inglese. Nel 1925 il M° Cajoli, dopo 38 anni d’attività, durante i quali fece raggiungere al complesso vertici d’indiscusso valore tecnico, lasciò la direzione della Banda che aveva raggiunto i 70 elementi.

A lui successe il M° Luigi Cirenei, allievo di Pietro Mascagni e musicista di rara sensibilità, che ponendosi nel solco della tradizione elevò ulteriormente il livello artistico del complesso. Dopo le vicende della Seconda Guerra Mondiale, fu lo stesso M° Cirenei, al quale si deve la composizione della Marcia d’Ordinanza dell’Arma dei Carabinieri, “La Fedelissima”, dalle note limpide e solenni, ad iniziare l’opera di ricostruzione, proseguita, poi, dal M° Domenico Fantini che, successo a lui nel 1947, con un lavoro profondo ed analitico, rinnovò e arricchì il repertorio della Banda. Al M° Fantini, nel 1972 successe il M° Vincenzo Borgia.
Numerosi e costanti sono stati gli impegni internazionali, tra cui quello eseguito a Canton alla presenza dei Presidenti del Consiglio italiano e cinese, il 14 settembre del 2006 in occasione delle manifestazioni per l’“Anno dell’Italia in Cina”. Dal luglio del 2000 è Maestro Direttore il M° Massimo Martinelli, sotto la sua direzione la Banda ha svolto concerti nei più importanti teatri italiani ed esteri.

Oggi, con i suoi 102 orchestrali assunti e selezionati attraverso concorsi pubblici, la Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri costituisce una complessa struttura in grado d’interpretare composizioni celebri e meno note che vanno dalle tradizionali trascrizioni del repertorio orchestrale a brani originali per banda. Il suo ricchissimo repertorio va dalle tradizionali marce militari ai brani classici ed a quelli moderni. Nelle sale da concerto, nei teatri, alla radio ed alla televisione, in qualsiasi luogo si esibisca, la Banda raccoglie successi ed ottiene il plauso dei critici più severi.


Il Maestro Vice Direttore, Capitano Massimiliano Ciafrei ha studiato con i maestri L. Pelosi, P. Teodori, P. Lucia, D. Bartolucci, si è diplomato in Composizione, Direzione d’orchestra, Strumentazione per banda, Musica Corale e Direzione di Coro nei conservatori di Frosinone, Roma, Perugia. Ha frequentato il corso di perfezionamento di Direzione e Strumentazione per banda organizzato dall’Accademia di S. Cecilia in collaborazione con il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri sotto la guida dei Maestri V. Borgia, R. Tega, L. Pelosi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2011 alle 13:28 sul giornale del 10 dicembre 2011 - 1138 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sJl





logoEV
logoEV