counter

Civitanova: adescavano vittime online con promesse a luci rosse, arrestati

Arresto 2' di lettura 07/12/2011 -

Internet e la promessa di sesso a tre, queste le armi utilizzate da una coppia di malfattori per truffare i malcapitati che incontrati via internet venivano prima narcotizzati e poi derubati durante l'incontro clandestino.



Un'accusa pesante quella che pende su G.P., 35enne di Civitanova Marche, e E.B., 21enne moldava. Sono stati arrestati dalla Squadra mobile della questura di Ancona, diretta da Giorgio Di Munno, per rapina impropria in concorso. Il truffato sarebbe anch'egli civitanovese.

Al secondo incontro, organizzato in un bar di piazza Rosselli ad Ancona, G.P. e E.B. sono andati subito al sodo e con la scusa di un brindisi, hanno somministrato allo sventurato un sonnifero molto potente e potenzialmente rischioso, il triazolam. Dopo aver pagato le loro consumazioni, la coppia è uscita dal locale lasciando lo sventurato a terra senza sensi, così come dice di averlo trovato l'esercente anconetano. E' stato proprio il gestore del bar a contattare la polizia che ha subito avviato le indagini grazie anche alla preziosa testimonianza della vittima che ricordava del compleanno festeggiato coi due e denunciava il furto di circa 3.000 euro in contanti, le chiavi dell’auto e il telefono cellulare.

Un complesso lavoro informatico dell'arma ha consentito non solo di individuare un caso simile avvenuto già ad Alessandria che portava dritto a G.P. e alla sua complice, ma anche di scoprire una base svizzera utilizzata dalla coppia e una certa mobilità che i due avevano su territorio italiano, questo porta le forze dell'ordine a credere che possano esserci altri casi nei quali la coppia sia coinvolta, le indagini dunque continuano. Nel frattempo le porte del carcere si sono aperte, Montacuto per lui e la struttura femminile di Pesaro per lei.






Questo è un articolo pubblicato il 07-12-2011 alle 21:39 sul giornale del 09 dicembre 2011 - 1265 letture

In questo articolo si parla di cronaca, internet, truffa, ancona, civitanova marche, arresto, polizia di stato, elisa tomassini, luci rosse

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sG2





logoEV
logoEV