counter

Jesi: la 44esima Stagione Lirica di Tradizione del Pergolesi chiude con l'omaggio all'Unità d'Italia

Orchestra Giovanile della Fondazione Pergolesi Spontini 9' di lettura 06/12/2011 -

Il Concerto Lirico in omaggio al 150° anniversario dell’Unità d’Italia, sabato 10 dicembre alle ore 21, conclude la 44esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi. In programma arie e sinfonie d’opera di Rossini, Verdi e Bellini.



Roberto Polastri dirige l’Orchestra Giovanile Fondazione Pergolesi Spontini. Cantano il soprano italo australiano Michelle-Marie Francis, il tenore calabrese Francesco Anile, il baritono coreano Julian Kim. Presenta la serata Elena Cervigni, voce recitante Lorenzo Bastianelli, proiezioni di Benito Leonori.

Dopo il grande successo nell’Aula Paolo VI in Vaticano, gremita da 8000 persone, dell’Orchestra Giovanile Fondazione Pergolesi Spontini diretta da Giovanni Allevi, la stessa compagine orchestrale chiude al Teatro Pergolesi di Jesi la 44esima Stagione Lirica di Tradizione a cura della Fondazione Pergolesi Spontini, sabato 10 dicembre alle ore 21, con il Concerto Lirico dedicato al 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. In programma, arie e sinfonie da Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, dalle opere La forza del destino, I vespri siciliani e Il trovatore di Giuseppe Verdi, e dalla Norma di Vincenzo Bellini.

Roberto Polastri, che al Teatro Pergolesi ha diretto in ottobre L’elisir d’amore di Donizetti, dirige l’Orchestra Giovanile Fondazione Pergolesi Spontini, compagine di giovani professori nata nel 2010 dalle molteplici attività musicali e formative della Fondazione Pergolesi Spontini. Prima dell’esibizione in Vaticano, l’Orchestra la scorsa estate ha inaugurato a San Pietroburgo la prima edizione del Festival Internazionale “Time of The Capitals” presso la Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo, ed ha inaugurato inoltre il Tuscia Operafestival a Viterbo.

Le arie del grande repertorio lirico sono interpretate da tre solisti noti ai palcoscenici internazionali, tra cui il baritono coreano Julian Kim, già Belcore in Elisir d’amore al Teatro Pergolesi lo scorso ottobre, artista vincitore di importanti concorsi lirici internazionali,in Spagna, Francia, Corea, Italia, e interprete a Seoul nel 2010 del ruolo di Germont ne La traviata con l’orchestra di Seoul diretta da Myung Whun Chung. Con lui, è il soprano italo australiano Michelle Marie Francis, vincitrice del concorso Acclaim Awards 2010 di Melbourne, che in Italia ha debuttato al Teatro Comunale di Firenze come Madama Cortese nel Viaggio a Reims di Rossini, e che recentemente ha cantato Donna Elvira nel Don Giovanni di Mozart all’Opera di Oviedo. Canta inoltre il tenore calabrese Francesco Anile, presente, in ruoli principali, nei cartelloni dei più prestigiosi Teatri italiani ed europei; nel 2011 ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano in Cavalleria Rusticana; tra i recenti impegni, la tournèe in Giappone con il Maggio Musicale Fiorentino (dir. Z. Mehta), Cavalleria e Pagliacci a Reggio Calabria, Turandot a Palermo, Cavalleria Rusticana a Bologna.

Presenta la serata la marchigiana Elena Cervigni, voce recitante di Lorenzo Bastianelli, proiezioni di Benito Leonori.

Biglietti: da 26 euro a 15 euro.
PROGRAMMA:
Gioachino Rossini Sinfonia da “Il barbiere di Siviglia”
Gioachino Rossini Largo al factotum da “Il barbiere di Siviglia”
Giuseppe Verdi Sinfonia da “La forza del destino”
Giuseppe Verdi Pace, pace mio Dio da “La forza del destino”
Giuseppe Verdi Sinfonia da “I vespri siciliani”
Vincenzo Bellini Sinfonia da “Norma”
Vincenzo Bellini Meco all'altar di Venere da “Norma”
Giuseppe Verdi Tacea la notte placida da “Il trovatore”
Giuseppe Verdi Il balen del suo sorriso da “Il trovatore”
Giuseppe Verdi Ah sì, ben mio… da “Il trovatore”
Giuseppe Verdi Qual voce!... Ah, dalle tenebre da “Il trovatore”

ROBERTO POLASTRI. Nato a Milano nel 1957, studia pianoforte con Lina Volpi Marzotto e direzione d’orchestra con Zòltan Péskò. Nel 1990 debutta al Comunale di Bologna. Dirige opere, concerti sinfonici e musica da camera in teatri e festival internazionali, fra i quali Glyndebourne Festival Opera (La Cenerentola sul podio della London Philharmonic Orchestra), Wexford Festival (Parisina e Maria di Rohan di Donizetti), Teatro de São Carlos di Lisbona (Gli amori di Teolinda di Meyerbeer), Teatro de la Maestranza di Siviglia (Trois Opéras minutes di Milhaud, Le Bal masqué e Le Gendarme incompris di Poulenc), La Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli (Il turco in Italia), Regio di Parma (Don Carlo), Opera di Roma (Le Sacre du printemps, I due Foscari), Bellini di Catania (Die Walküre, Götterdämmerung, Prélude, Nocturnes, Ibéria, Pagliacci), Festival di Lugo (Mirandolina di Martinu, Façade di Walton), Festival delle Nazioni di Città di Castello (Scena di vento di Sciarrino in prima esecuzione assoluta). Recentemente ha diretto a Bologna e a Lugo Phaedra e Les Illuminations di Britten e Dido and Aeneas di Purcell, è tornato a Glyndebourne Festival per La Cenerentola, ha diretto La Damnation de Faust al Teatro San Carlo di Napoli. Alla Queen Elisabeth Hall di Londra ha diretto il concerto inaugurale della stagione 2010-2011 dell’Orchestra of the Age of Enlightenment. Ha diretto inoltre La fanciulla del West al Massimo di Palermo. Per la 44° Stagione Lirica del Teatro Pergolesi di Jesi ha diretto L’elisir d’amore.

MICHELLE MARIE FRANCIS. Vincitrice del concorso Acclaim Awards di Melbourne 2010, Australia. Proveniente da una famiglia siciliana, il soprano italo australiano Michelle Marie Cook ha studiato canto presso il Victorian College of the Arts, in seguito al Maggio Musicale Formazione a Firenze dove si è perfezionata con insegnanti di prestigio, e a Barcellona in Spagna dove oggi risiede. Ha cantato Mimì (Bohème), Giorgetta (Il Tabarro), e Anna Trulove (The Rake’s Progress) con la Melbourne City Opera (MCO) e con Opera Australia. Ha vinto concorsi lirici tra i quali l’Acclaim Awards di Melbourne che l’ha portata in Europa e che le ha consentito di debuttare in Italia presso il Teatro Comunale di Firenze (Festival d’Estate) come Madama Cortese nel Viaggio a Reims di Rossini, ed in altri ruoli al Festival Puccini di Torre del Lago. Recentemente ha cantato Donna Elvira nel Don Giovanni di Mozart all’Opera di Oviedo. Ha cantato Vier letzte Lieder di Richard Strauss al Palau de la Música di Barcellona. Dal 2007 canta al Gran Teatro del Liceu a Barcellona. Tra i ruoli interpretati, Prilepa (La dama di picche), Pepa (Tiefland), Die Scheppträgen e 4th Maid of Elektra dall’opera Elektra. Ha cantato il Wesendonck Lieder in un recital a Las Canarias.

FRANCESCO ANILE. Nato a Polistena (RC), si è diplomato in Clarinetto nell’85 e nell’89 in Canto al Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria. Si è perfezionato con il baritono Aldo Protti e, in seguito al cambio di vocalità, è stato seguito dal tenore Ottavio Taddei. E’ stato finalista in Concorsi Nazionali e Internazionali come il “Toti Dal Monte” di Treviso, il “Lauri Volpi” di Latina, il “Cilea” di Reggio Calabria, il “Bellini” di Caltanisetta. Ha vinto il I premio “E. Bastianini” al Concorso “Grandi Voci Toscane” di Campi Bisenzio-Firenze, ed il III premio al Concorso Internazionale “M. Del Monaco” di Marsala. Dal 1999 ha iniziato la carriera ed ha cantato in importanti teatri italiani e stranieri. Nel 2011 ha debuttato ala Scala di Milano in Cavalleria Rusticana. Successivamente è stato impegnato al Maggio Musicale Fiorentino in Manon Lescaut e in Aida alle Terme di Caracalla. Ha collaborato con direttori quali D. Harding, B. Bartoletti, D. Renzetti, D. Callegari, R. Palumbo, S. Ranzani, G. Bisanti, e con registi tra i quali F. Zeffirelli, R. De Simone, M. Martone, G. Vick, F. Tiezzi, P. Kartalof, H. Brockhaus. Tra i recenti impegni, la tournèe in Giappone con il Maggio Musicale Fiorentino (dir. Z. Mehta), Cavalleria e Pagliacci a Reggio Calabria, Turandot a Palermo, Cavalleria Rusticana a Bologna.

JULIAN KIM. Nato a Seoul ha iniziato lo studio del canto all’età di 14 anni presso il Liceo Musicale Sunhwa della sua città natale, dove ha vinto tutti i concorsi ai quali ha partecipato, tra cui il Grand Prix 2003 dell’Opera Nazionale Coreana, in seguito è stato chiamato dall’Orchestra Sinfonica di Seoul per una serie di concerti. Trasferitosi in Italia si è diplomato al Conservatorio Verdi di Milano nel giugno 2010 sotto la guida di Stelia Doz. Vive a Milano dove studia tecnica vocale con Antonino Tagliareni. Ha vinto importanti concorsi lirici internazionali, in Spagna, Francia, Corea, Italia. Nel febbraio 2006 si è esibito assieme al soprano Linda Campanella al Teatro Donizetti di Bergamo con l’orchestra diretta da Luigi Ripamonti in una serata dedicata ad arie del repertorio mozartiano. Nel 2008 ha cantato Il signor Bruschino di Rossini nel ruolo di Gaudenzio presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Le nozze di Figaro di Mozart come Conte Almaviva al Teatro di Locarno, lo Stabat Mater di Rossini a Bergamo, Il barbiere di Siviglia nel ruolo di Figaro nei Teatri di Jesi e Fermo. A Seoul, nell’estate 2010, ha cantato Germont ne La traviata con l’orchestra di Seoul diretta da Myung Whun Chung. Per la Stagione Lirica 2011 del Teatro Pergolesi di Jesi ha cantato L’elisir d’amore diretto da Roberto Polastri e con la regia di Italo Nunziata.

ORCHESTRA GIOVANILE FONDAZIONE PERGOLESI SPONTINI. Frutto delle poliedriche attività musicali e formative della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, è uno dei momenti qualificanti di un più ampio progetto di formazione presentato dalla Fondazione proprio per la specializzazione delle figure tecniche e artistiche che operano nello spettacolo dal vivo. Dopo aver tenuto molti concerti nelle Marche e in altre regioni sotto la guida di Alessandro Ferrari, Roberto Polastri, Giorgio Paronuzzi, Jordi Bèrnacer, Giuliano Grisi, nel 2010 ha partecipato al 36° Festival della Valle D’Itria a Martina Franca (Livietta e Tracollo di Pergolesi e Pomme d’api di Offenbach), al X Festival Pergolesi Spontini (La Servante Maîtresse di Pergolesi, dir. Giacomo Sagripanti, e prima esecuzione assoluta della cantata Chiuso nel cerchio, Orfeo di Luciano di Giandomenico), alla Stagione Lirica del Teatro Pergolesi di Jesi (Pomme d’Api e Monsieur Choufleury di J. Offenbach, dir. Salvatore Percacciolo). Recentemente è stata diretta da Donato Renzetti presso il Teatro dell’Aquila di Fermo, in un programma sinfonico dedicato alle celebrazioni per l’Unità d’Italia. Nel giugno 2011 ha inaugurato a San Pietroburgo la prima edizione del Festival Internazionale “Time of The Capitals” presso la Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo; in luglio ha inaugurato il Tuscia Operafestival a Viterbo. Il 2 dicembre 2011, diretta da Giovanni Allevi, ha suonato musiche dello stesso Allevi nell’Aula Paolo VI in Vaticano in occasione della terza edizione del concerto solidale “La luce dei bambini” a sostegno dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Informazioni:
Fondazione Pergolesi Spontini tel. 0731.202944
www.fondazionepergolesispontini.com
Biglietteria Teatro Pergolesi tel. 0731-206888








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2011 alle 16:35 sul giornale del 07 dicembre 2011 - 1046 letture

In questo articolo si parla di teatro, attualità, jesi, fondazione pergolesi spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sD3





logoEV
logoEV