counter

Natale 2011 nel segno del commercio equo e solidale

Antonio Canzian 6' di lettura 05/12/2011 -

Sarà un Natale 2011 nel segno del commercio equo e solidale con TUTTO UN ALTRO NATALE, una serie di iniziative realizzate dalle organizzazioni di commercio equo e solidale marchigiane e promosse insieme alla Regione Marche, presentate nel corso della conferenza stampa che si è svolta lunedì presso la Sala Europa della Regione Marche alla quale hanno preso parte l’assessore regionale al commercio Antonio Canzian, il dirigente del servizio Commercio della Regione Marche Pietro Talarico e il presidente della Cooperativa sociale Mondo Solidale Silvano Fazi.

 



Una serie di iniziative attraverso cui proporre anche alcune idee per un Natale diverso, all’insegna della solidarietà e del rispetto ambientale. Momenti conviviali, di divertimento, di ascolto e anche di degustazione dei prodotti del commercio equo faranno da colonna sonora, sobria e alternativa alla frenesia delle giornate che precedono la festa più attesa dell’anno. Il sapore del Natale, riscaldato dal cacao e dal caffè equosolidali, stuzzicato dall’aroma delle spezie e degli incensi, accompagnato da buona musica e immagini dal Mondo e un bicchiere di vino biologico locale.

"Il Natale rappresenta per noi anche un’occasione per diffondere i valori del commercio equo – ha sottolineato Silvano Fazi, presidente della Cooperativa Sociale Mondo solidale – valori come la giustizia sociale ed economica, il rispetto dell’ambiente e della dignità umana. Un momento importante per far riflettere i consumatori sui propri acquisti e per dare voce alle persone la cui esistenza è spesso legata alla riuscita della vendita del solo prodotto coltivato o realizzato in contesti socialmente ed economicamente molto poveri."

"La Regione Marche ha riconosciuto il valore culturale e sociale del commercio equo e solidale – ha ricordato l’assessore Antonio Canzian – con la legge regionale n.8 del 2008 che ha permesso fino a questo momento di dare un contributo alla crescita di questa realtà che è portatrice di valori sociali importanti come il rispetto dei diritti dei lavoratori e la solidarietà verso i popoli del sud del mondo, ma innanzitutto di promuovere i diritti umani nel mondo."

Il dirigente del servizio commercio della Regione Marche Pietro Talarico ha infine ricordato come anche il commercio equo debba avere pari dignità con le altre forme di commercio, sottolineando come anche quella tipologia possa rappresentare fonte importante di lavoro per i giovani grazie ad una recente intesa firmata dalla Regione Marche a livello nazionale sull’occupazione giovanile.

Tra le iniziative illustrate, la realizzazione del panettone solidale, al tempo stesso prodotto locale ed equo solidale, che nasce da una condivisione di valori tra Mondo solidale che ha fornito i principali ingredienti, ovviamente equosolidali (cioccolato, zucchero di canna ecc…), la cooperativa il Biroccio di Filottrano che ha curato la produzione e la Bcc di Filottrano, che oltre a promuovere e coordinare l’operazione ha anche voluto aggiungere un ulteriore segno di solidarietà, perché per ogni panettone venduto, tre euro (uno compreso nel prezzo di acquisto e due aggiunti dalla banca) sono stati devoluti per sostenere un progetto scolastico a favore dei bambini di Cacha, una comunità dell’Ecuador dove proprio la Bcc di Filottrano ha in essere, già da alcuni anni, un gemellaggio ideale. Tra i prodotti artigianali tipicamente natalizi, gli straordinari presepi: quest'anno nelle Botteghe del Mondo, in particolare, è possibile trovare quelli provenienti da Manos Amigas in Perù; CIAP in Perù; Tinajas in Venezuela; Pekerti in Indonesia; UVIP in Kenia; Fiavotana in Madagascar.

Le iniziative si svolgeranno in 16 città delle Marche, con una serie di appuntamenti, incontri, degustazioni, spettacoli teatrali, presentazioni di libri, mostre fotografiche, canti popolari, proiezione documentari, ecc., che dureranno quasi tutto il mese di dicembre (alcuni sono già in corso, altri cominceranno nei prossimi giorni). In particolare si segnalano: a Macerata fino al 24 dicembre nei locali dell’ex Upim è in corso l’evento “Cose dell’altro mondo”; a Pesaro fino al 24 dicembre nei locali dell’ex Cubo in via Pedrotti si svolge “Cioccolaltro” ed altri eventi; a Senigallia dal 4 dicembre in Piazza del Duca “Riciclato Circo Musicale” e cioccolata calda; la bottega di Fano dal 13 dicembre si trasferisce a Sant’Arcangelo nell’auditorium dell’ex chiesa in corso Matteotti Il programma completo è consultabile sul sito www.mondosolidale.it.

Nel corso della conferenza stampa è stato anche presentato il Bilancio sociale 2010/2011 della Cooperativa sociale Mondo solidale, appena approvato dall’Assemblea generale dei soci. L’obiettivo è quello di comunicare all’intera società marchigiana chi sono, quali motivazioni li spingono ad agire, e quello che fanno, ma anche di informare tutti coloro che li hanno sostenuti, sotto varie forme, come hanno speso i loro talenti, inteso sia come impegno personale, sia come “intelligenza collettiva”, nonché la gestione delle risorse finanziarie derivanti dalla vendita dei prodotti del commercio equo e solidale.

Per conoscerci meglio…

La cooperativa Mondo Solidale, oltre ad importare direttamente e indirettamente prodotti con i criteri del commercio equo, ha recentemente deciso di sostenere diverse realtà locali ed italiane che si ispirano ai valori della giustizia economica e sociale e del rispetto dell’ambiente nella loro filiera produttiva. Tante dunque le novità che i consumatori possono trovare nelle Botteghe del mondo: pasta, olio, passata di pomodoro, sale e farine, vino tutti biologici e prodotti da cooperative agricole marchigiane con una filiera è interamente locale.

Nelle Botteghe del Mondo è disponibile anche la Cioccolata di Modica, realizzata con cacao e zucchero da commercio equo e solidale presso il Laboratorio Don Puglisi dell’omonima cittadina. Il laboratorio dolciario artigianale “Don Giuseppe Puglisi” - come l’omonima casa d’accoglienza di cui è parte - vuole essere un segno di educazione al lavoro dignitoso in un territorio difficile come quello siciliano. Il laboratorio produce biscotti e dolci della tradizione modicana, rispondendo a tutti i requisiti necessari e puntando sulla qualità del prodotto, destinato ad aiutare il reinserimento e l’autonomia delle mamme accolte nella casa Don Puglisi insieme ai loro figli. Il laboratorio è segno di un’accoglienza che non si limita al vitto e all’alloggio, ma vuole promuovere cammini di dignità e di relazioni solidali.

Inoltre, nelle Botteghe del Mondo trovate anche idee regalo, bomboniere, borse, portafoto ed altri oggetti di artigianato realizzati con latta, carta o plastica, tutti materiali che sarebbero stati altrimenti gettati e mai più utilizzati. Mondo Solidale distribuisce, infatti, anche oggetti realizzati con materiali di scarto o di riciclo che acquistano nuova vita, forma e colore grazie al lavoro di numerosi artigiani sia nel Sud che nel Nord del Mondo. Crediamo infatti che le relazioni economiche solidali sono fatte di reti e di uno scambio equo operato nelle varie direzioni: Nord – Nord, Sud - Nord, Sud - Sud, Nord - Sud.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-12-2011 alle 15:29 sul giornale del 06 dicembre 2011 - 1277 letture

In questo articolo si parla di attualità, natale, Mondo Solidale, Antonio Canzian

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sy2