counter

Passaggio al digitale terrestre: la Regione sigla accordo con i consumatori

2' di lettura 02/12/2011 -

Confindustria, Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai, Adiconsum, Adoc, Associazione consumatori utenti, Cittadinanza attiva, Federconsumatori, Movimento difesa del cittadino. Sono le associazioni che assieme alla Regione Marche hanno firmato oggi un protocollo d’intesa che formalizza un vero e proprio codice etico, relativo alle procedure e ai costi connessi al passaggio al digitale terrestre nelle Marche.



Tecnici e imprese che vi aderiscono garantiranno sicurezza e professionalità negli interventi nelle abitazioni e negli impianti televisivi, in modo da evitare improvvisazioni o rischi di speculazione, fonti di problemi per gli utenti. Agevolazioni sono previste per le fasce deboli d’utenza.

“Quello svolto dagli uffici regionali assieme alle associazioni di categoria e dei consumatori – ha detto l’assessore alle attività produttive, Sara Giannini – è un lavoro importante. Lo switch off sta allarmando un po’ la cittadinanza, per questo, anche in assenza di competenze dirette della Regione, abbiamo cercato di creare condizioni di trasparenza e serenità, soprattutto per le fasce deboli, come gli anziani. Ne è nato un codice etico a cui gli operatori aderenti si dovranno attenere. Il confrontato tra le associazioni imprenditoriali e gli uffici regionali è stato approfondito e proficuo, la partecipazione delle associazioni dei consumatori è, poi, una garanzia in più per la sua attuazione. Per favorire il passaggio al digitale, abbiamo anche approvato un bando di contributi e realizzato un percorso interdisciplinare tra assessorati diversi. Lavoriamo a una semplificazione delle procedure, questo comporta anche riorganizzare le strutture e non sempre le leggi vigenti lo consentono. Per quanto riguarda le frequenze delle emittenti locali marchigiane, le ultime notizie sono migliori e confidiamo sul neo ministro Passera e sul suo impulso a una maggiore trasparenza e ascolto verso le nostre problematiche, in precedenza non sempre presente. La Regione continuerà comunque a monitorare la situazione”.

I nominativi dei soggetti aderenti al codice etico saranno pubblicati sul sito www.ddt.marche.it e costantemente aggiornati. Sul sito è presente una guida sui principali passi da seguire, non ultimo le modalità di eventuale smaltimento dei vecchi apparecchi tv. Da sottolineare che, data la complessità del passaggio dall’analogico al digitale, l’intervento dei tecnici potrà richiedere più di un sopralluogo. “L’intesa di oggi è una tutela soprattutto per le persone anziane”, ha detto Loredana Baldi – che sostituiva Silvana Santinelli - dell’Adiconsum. “Un modo per far crescere le imprese”, secondo Giuseppe Maddaloni, di Cna.

“Garantiamo sicurezza su chi entra nelle abitazioni”, per Gianfranco Miccini, presidente della Consulta regionale costruttori impianti di Confindustria. “Siamo soddisfatti, soprattutto per le garanzie all’utenza su sicurezza e professionalità”, ha detto il presidente di Confartigianato, Salvatore Fortuna. “Un metodo di lavoro, quello seguito, da ripetere in futuro”, ha detto il presidente Casartigiani, Ulvido Sorcinelli.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-12-2011 alle 17:58 sul giornale del 03 dicembre 2011 - 2697 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/st4





logoEV
logoEV