counter

Quarta Commissione presto a Bruxelles per il corridoio Adriatico

assemblea legislativa delle marche 1' di lettura 01/12/2011 -

Una delegazione della quarta Commissione assembleare (Lavori pubblici, viabilità e trasporti) si recherà a Bruxelles per rimarcare la necessità di estendere, anche alle Marche, la pianificazione relativa al potenziamento della rete infrastrutturale “adriatico-baltica”.



La Commissione ha valutato utile che una rappresentanza si rechi presto presso le Istituzioni europee per sollecitare l’inserimento delle Marche e del porto di Ancona all’interno del grande progetto (oggi previsto fino a Ravenna) che prevede la realizzazione ed il potenziamento delle reti stradali, ferroviarie, marittime e delle piattaforme intermodali di collegamento tra il nord ed il sud dell’Europa (Baltico-Adriatico-Mediterraneo), ma anche ovest-est (Italia-Croazia e Paesi dell’est europa).

“Un’iniziativa – ha rilevato il presidente della Commissione Enzo Giancarli (Pd) – che servirà a rafforzare quell’invito, giunto da più parti, ad un’azione sinergica istituzionale che dovrebbe risultare utile ad evitare, attraverso l’accoglimento della richiesta, l’emarginazione della nostra regione dal resto dell’Europa e da altri Paesi, a completare il processo di creazione di macroregione e allinearsi ad una giusta logica di pianificazione integrata delle infrastrutture”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2011 alle 17:45 sul giornale del 02 dicembre 2011 - 873 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, Assemblea legislativa delle Marche, corridoio adriatico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sqJ