counter

Limiti demografici per l'associazione dei servizi dei piccoli comuni, IDV contrario alla PDL della giunta

idv marche 2' di lettura 01/12/2011 -

Martedì alla Camera, nel corso di un convegno organizzato dall'UDC sulla semplificazione amministrativa, in cui erano relatori, tra gli altri, gli On. Favia e Giovannelli, ci si è trovati d'accordo nell'indicare la soglia minima ottimale di aggregazione dei comuni in 40.000 abitanti.



La proposta di legge avanzata dalla Giunta Regionale in merito all'individuazione dei limiti demografici minimi per le forme associative dei comuni, pertanto, non ci trova d'accordo.

Ci sembra un paradosso che una Giunta così attenta al contenimento dei costi della politica e in prima fila sull'eliminazione dei cosidetti Enti inutili e sulla razionalizzazione delle funzioni, non abbia agito conseguentemente in merito all' esercizio associato delle funzioni tra i piccoli Comuni. I limiti previsti dalla normativa nazionale, a nostro avviso già insufficienti per parlare di una reale e oramai inevitabile razionalizzazione delle funzioni degli Enti, che che tutti i Comuni con una popolazione compresa tra i 1000 e i 5000 abitanti ( 3000 se si tratta di comuni montani) hanno l'obbligo di associare funzioni fondamentali raggiungendo un limite demografico minimo di 10.000 abitanti. La proposta della Giunta prevede che solo i Comuni fino a 1000 abitanti hanno l'obbligo di associare funzioni fino al raggiungimento di un limite demografico di 5000 abitanti o 3000 se si parla di zone montane. E' chiaro che è un provvedimento che nei fatti non porterà nessuna economia e con grandi possibilità di essere impugnato. La nostra proposta è quella di riportare il limite minimo a quello indicato dalla normativa nazionale, già insufficiente per parlare di un provvedimento di contenimento dei costi e miglioramento dei servizi.

Oggi in Commissione la richiesta IDV di mediazione avanzata dalla Giorgi è stata rispedita al mittente ed ha causato la sua astensione sul voto del provvedimento. Certo è che se rimarrà un atteggiamento chiuso da parte dei partner maggioranza, schiacciati sulla lobby ANCI, il voto IDV in aula sarà contrario.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2011 alle 13:50 sul giornale del 02 dicembre 2011 - 628 letture

In questo articolo si parla di politica, IdV Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/spe





logoEV
logoEV