counter

Ancona: un incontro rivolto ai marchigiani per 'prendersi cura' del proprio denaro

educazione finanziaria in Ancona 2' di lettura 30/11/2011 -

E' stato presentato mercoledì mattina in Ancona la giornata di sensibilizzazione all'educazione finanziaria "Mettiamo in Comune l'educazione Finanziaria". L'incontro, a data da destinarsi a gennaio in una sede che sarà messa a disposizione dal Comune, è nato dalla collaborazione tra il Comune dorico, il Consorzio Patti Chiari, la Banca Marche, L'Anci e 12 associazioni di consumatori (Adiconsum, ADOC, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, La Casa del Consumatore, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori).



Il progetto "Mettiamo in Comune l'educazione finanziaria", che si colloca nell'ambito del protocollo d'intesa sull'educazione finanziaria per le Marche, ha come obiettivo primario la volontà di sensibilizzare i cittadini anconetani e più in generale quelli marchigiani su un tema spesso poco conosciuto come quello dell'educazione finaziaria. Un invito alla società a prendersi cura del proprio denaro e a migliorare il proprio rapporto con la banca.

Una campagna di sensibilizzazione alle persone adulte, indipendentemente dalla loro fascia economica, in particolare giovani coppie, famiglie ed anziani. Non si escludono però dal partecipare anche coloro che hanno interesse a conoscere le dinamiche della gestione delle risorse economiche nella quotidianità. In Italia purtroppo manca di una cultura finanziaria forte e diffusa tra la popolazione, un ritardo che il paese non si può permettere soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale. Da qui, la necessità di fare di questa preziosa cultura, relazionata agli aspetti quotidiani, un incontro per chiarire aspetti spesso difficili da affrontare da soli.

Una giornata che ci metterà in contatto con il mondo economico-finanziario, ma soprattutto di chi agisce in questo ambito a livello professionale e di tutela del consumatore. Una sinergia tra banche, associazioni dei consumatori e non solo che permetterà al cittadino di vederci chiaro, poter acquisire consapevolezza sulla gestione delle risorse economiche ed in particolare sulla pianificazione del budget familiare, sul rischio finanziario, sulla scelta del conto corrente più adatto, sul sovraindebitamento e tanto altro ancora. A coaudiuvare questa corale iniziativa uno strumento multimediale ed interattivo, denominato "L'impronta economica - Plus", volto alla sensibilizzione finaziaria e realizzato appositamente per il progetto.

A presentare l'iniziativa l'assessore comunale alle politiche economiche Andrea Biekar che ha sottolineato la necessità di un'educazione finanziaria come soluzione all'indebitamento. Presenti anche Marina Marozzi presidente regionale Adoc, Francesco Caprioli referente Casa del Consumatore ma anche Giovanni Dolce Capo zona Ancona per Banca Marche e Alessio Martinetti Consorzio Patti Chiari.








Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2011 alle 17:31 sul giornale del 01 dicembre 2011 - 1133 letture

In questo articolo si parla di ancona, comune di ancona, banca marche, Adoc marche, laura rotoloni, Educazione finanziaria, patti chiari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/snX





logoEV
logoEV