counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Agrimarcheuropa: community 2.0 del nuovo sviluppo rurale

2' di lettura
764

agricoltura

Il vice presidente e assessore all’Agricoltura, Paolo Petrini, ha presentato in un incontro con la stampa in Regione, Agrimarcheuropa, iniziativa promossa dalla Regione Marche – Servizio Agricoltura, Forestazione e Pesca, attraverso il proprio Osservatorio Agroalimentare.

Si tratta di un portale a supporto delle strategie di programmazione dello sviluppo rurale 2014-2020. L’Obiettivo è la raccolta delle esigenze e delle proposte degli operatori del mondo rurale e del territorio, la valorizzazione dell’apporto tecnico e scientifico del mondo accademico e specialistico regionale ed extraregionale, la realizzazione di occasioni di dibattito e confronto su agricoltura, agro-alimentare e sviluppo rurale.

Una vera e propria community scientifica e divulgativa focalizzata sul mondo rurale e tutte le sue sfaccettature. Hanno preso parte all’incontro anche Franco Sotte, docente di Economia agraria alla Facoltà di Economia G. Fuà - Università Politecnica delle Marche – Cristina Martellini e Sabrina Speciale – rispettivamente, dirigente del Servizio Agricoltura e responsabile del progetto per la Regione - Andrea Bonfiglio, direttore editoriale della rivista web.

“Con questa iniziativa – ha detto Petrini – perseguiamo due obiettivi, da un lato affrontare al meglio e con il supporto della comunità scientifica la nuova programmazione europea 2014 - 2020, che si annuncia particolarmente complessa. Dall’altro realizzare, tra le altre cose, un sondaggio tra gli agricoltori sull’attuale Psr. E’ una scelta coraggiosa, necessaria per comprendere qual è lo stato d’animo attuale dell’imprenditoria agricola.

Chi è destinatario delle azioni regionali deve poter dire la sua, affinché la pubblica amministrazione possa funzionare sempre meglio e in aderenza con le aspettative degli utenti. Nel contesto attuale i poteri pubblici devono promuovere la fiducia nelle istituzioni. Ciò è molto rilevante in un settore, come quello agricolo, in cui vengono investiti circa 250 milioni di euro all’anno.

L’efficienza dell’amministrazione pubblica diventa l’efficienza del settore agricolo marchigiano”. L’iniziativa viene realizzata dall’Istituto Nazionale di Economia Agraria INEA – sede regionale delle Marche, nell’ambito del contratto con la Regione per le attività di supporto all’Osservatorio Agroalimentare Regionale. Inea si avvale della collaborazione di Associazione Bartola che mette a disposizione l’esperienza maturata col progetto “Agriregionieuropa” su scala nazionale. “Ogni articolo – ha detto Sotte - o contributo che appare su Agrimarcheuropa viene revisionato con criteri scientifici.

I contatti sono migliaia, anche grazie alla facilità di consultazione e alla possibilità di interagire, di effettuare upload, da parte degli utenti. Proponiamo anche lezioni, corsi di e – learning, approfondimenti, come l’analisi dell’impatto della crisi sui consumi alimentari o l’incidenza dell’obesità tra i ragazzi. Insomma, uno strumento qualificato per il mondo accademico e della ricerca, per i decisori politici, per gli agricoltori e per tutti gli interessati a come viene realizzato quanto troviamo quotidianamente sulle nostre tavole”.



agricoltura

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2011 alle 16:49 sul giornale del 29 ottobre 2011 - 764 letture