Piano socio-sanitario, Mezzolani: 'L'ospedale di Pesaro - Fano è una necessità del territorio'

Almerino Mezzolani 1' di lettura 12/10/2011 -

“La previsione è di passare a circa 500 posti letto ed è difficile, in questa fase, dare numeri precisi. Purtroppo i parametri a cui ci dobbiamo attenere non li facciamo noi, bensì il Governo centrale sostenuto in modo determinante dalla Lega Nord. Consiglio quindi a Zaffini di lamentarsi con il Governo a cui partecipa la sua forza politica.



L’ospedale di Pesaro – Fano è una necessità del territorio e rappresenta un elemento di qualificazione della sanità regionale. La riduzione dei posti letto viene compensata con efficientemento e tecnologia. E’ fisiologico di una moderna sanità una minore degenza, bilanciata dalla qualificazione dei servizi. Una maggiore efficienza con l’obiettivo di liberare risorse a favore della tutela dei più deboli, come abbiamo sempre fatto. Per quanto riguarda Alzheimer e Sla, quelli di Zaffini sono emendamenti dai nobili intenti, purtroppo però lo Stato non ha una grande attenzione per il sociale e non dà più fondi su questo versante. Oltre ad azzerare il fondo per la non autosufficienza, il suo Governo, non prevede nulla per i malati di Sla.

Contrariamente a quello che è stato fatto nelle Marche – e da altre pochissime Regioni italiane - dove è stato istituito un fondo per la non autosufficienza e previsto un sostegno per le famiglie con malati di Sla. E’ perciò inutile fare i Masaniello sul territorio, come fa Zaffini, e sostenere un Governo che il territorio ha massacrato. Forse farebbe meglio a cambiare cavallo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2011 alle 18:47 sul giornale del 13 ottobre 2011 - 613 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, regione marche, fano, almerino mezzolani, pesaro, roberto zaffini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vT4





logoEV