Salvi (Pd): 'Ora basta, l’alternativa c’è: un grande Paese merita un futuro migliore'

daniele salvi 2' di lettura 28/09/2011 -

Con la riuscita manifestazione di martedì in piazza Roma ad Ancona il Pd delle Marche ha aperto una fase di mobilitazione e proposta che lo vedrà impegnato durante tutto l’autunno a fianco dei cittadini per il cambiamento del Paese.



Contro una manovra iniqua, inefficace e depressiva, gli amministratori del Pd hanno manifestato il loro dissenso. I tagli costringeranno a ridurre i servizi e ad aumentare la tassazione locale, mentre tra i cittadini serpeggia disaffezione e sfiducia che le misure della manovra rischiano di acuire senza offrire uno sbocco e indicare un sentiero di crescita. Le prossime tappe di questa mobilitazione saranno il fine settimana del 14-15-16 quando il Pd sarà nei 239 Comuni della regione per parlare con i cittadini con volantinaggi davanti ai luoghi di studio e di lavoro (scuole, università, fabbriche, ospedali, uffici pubblici, etc), nei mercati settimanali, con sit-in, gazebo e presidi nelle piazze principali di ogni Comune. L’obiettivo è diffondere le proposte che come partito abbiamo avanzato da quando nel 2008 è esplosa la crisi, chiedendo al Governo di non sottovalutarla e di dire la verità agli italiani, fino all’approvazione dell’ultima versione della manovra finanziaria, quando è stato rifiutato l’apporto in termini di proposte che l’opposizione ha avanzato.

Il Pd rinnoverà in tutte le sedi la richiesta di dimissioni del Governo che ha perso ogni credibilità ed offuscato l’immagine dell’Italia agli occhi del mondo. La profondità della crisi e il rischio di un contagio a catena tra i Paesi europei richiedono una svolta che solo la politica democratica e non qualche versione aggiornata del berlusconismo può determinare. E’ per questo che chiamiamo a raccolta le forze sane del Paese in un momento delicatissimo per il nostro avvenire, perché solo una politica seria e sobria che dà l’esempio, che è partecipata, che chiami ciascuno a fare la propria parte e in particolare chi ha di più, che sostenga le fasce più deboli e rimetta al centro il lavoro, l’economia reale e la prospettiva delle giovani generazioni, può essere la risposta ai problemi dell’Italia.

L’Italia è un grande paese, non meritiamo di essere visti come la zavorra dell’Europa, quella che rischia di mandarla a fondo. Abbiamo le risorse, le energie e i talenti per farcela, per riprenderci il nostro futuro e per aprire una fase nuova di ricostruzione insieme a quanto riterranno che questo è oggi il compito di chi ha senso di responsabilità e civismo verso la comunità nazionale. Per questo il 5 novembre saremo in tantissimi dalle Marche alla manifestazione di Piazza S. Giovanni a Roma con il nostro Segretario nazionale Pier Luigi Bersani.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2011 alle 18:21 sul giornale del 29 settembre 2011 - 676 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, daniele salvi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pQs