Presentato in Regione l'accordo in materia di certificazione energetico-ambientale degli edifici

Presentato in Regione l'accordo in materia di certificazione energetico-ambientale degli edifici 3' di lettura 26/09/2011 -

“Siamo soddisfatti per il risultato raggiunto e per l'accoglimento da parte della Regione delle istanze degli oltre 6000 ingegneri marchigiani su un tema di propria competenza e di interesse per la nostra intera comunità. Per le Marche si tratta un passo è essenziale, utile anche per i cittadini visto che da un lato va nella direzione di snellire le procedure in materia e dall’altro favorisce ulteriormente la certificazione energetica ambientale degli edifici”.



Non nasconde la sua soddisfazione il Presidente della Federazione degli Ordini degli Ingegneri delle Marche, Pasquale Ubaldi per la firma del protocollo con la Regione, alla quale erano presenti anche i presidenti delle cinque federazioni provinciali, che sancisce l’intesa con la categoria per quanto riguarda la certificazione energetica ambientale degli edifici, in relazione al sistema di formazione e accreditamento come certificatori ITACA Marche degli iscritti all'Albo professionale degli ingegneri. Lunedì nel corso di una conferenza stampa in Regione alla quale oltre a Ubaldi e i presidenti degli Ordini Provinciali degli Ingegneri, era presente l’Assessore all’Ambiente ed Energia, Sandro Donati, sono stati presentati i termini dell’accordo. “La firma del protocollo - ha sottolineato il Presidente Pasquale Ubaldi – giunge alla fine di un percorso non facile, fatto di ricorsi sui quali si è espresso recentemente il Consiglio di Stato, che ha accolto la sospensiva degli atti regionali regolanti le procedure per la certificazione energetico-ambientale degli edifici. Gli Ingegneri hanno ribadito più volte di non essere contrari alla formazione professionale, che promuovono costantemente tramite gli Ordini, ma ritengono necessario un confronto sempre più aperto con la Regione per costruire norme rispettose del quadro normativo nazionale, che contemperino la necessità di formare tecnici preparati con il rispetto della professione. Questo protocollo consentirà procedure più snelle per attuare il sistema di certificazione energetico-ambientale degli edifici con ricadute positive in campo economico ed occupazionale”.

Soddisfazione anche da parte dell’Assessore Donati che ha rimarcato come con questa intesa “sarà possibile superare i ricorsi amministrativi pendenti sulle precedenti delibere regionali e quindi velocizzare l'attuazione del sistema di certificazione energetico-ambientale degli edifici e rilanciare contemporaneamente il settore”. Dunque La Regione Marche si impegna ad apportare alcune modifiche alle procedure di accreditamento come certificatori degli iscritti all'Albo professionale degli ingegneri, mentre la Federazione Regionale degli Ordini degli ingegneri delle Marche e i relativi Ordini provinciali si impegnano ad abbandonare tutti i ricorsi presentati. Il sistema ITACA Marche permette di certificare le prestazioni sia energetiche che ambientali degli edifici, basandosi su un percorso di formazione volto alla creazione del registro regionale dei certificatori. “Questo accordo è quanto mai necessario – ha concluso l'assessore regionale Donati - in quanto il sistema di certificazione energetico-ambientale degli edifici ITACA Marche assume un ruolo strategico per la promozione dell'edilizia sostenibile sul territorio regionale, per la crescita delle capacità professionali dei tecnici in tale materia, nonché per creare nuove opportunità lavorative nel settore edilizio”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2011 alle 16:06 sul giornale del 27 settembre 2011 - 569 letture

In questo articolo si parla di attualità, Ingegneri, ordine degli ingegneri, certificazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pJx





logoEV