Pesaro: mamma 35enne tenta il suicidio, salvata dagli agenti

Polizia 1' di lettura 26/09/2011 -

Personale della Sala Operativa e della Squadra Volanti della Questura di Pesaro e Urbino, nella mattinata di domenica, ha salvato una 35enne, italiana sposata e madre di due bambini, residente nei pressi di Pesaro, intenzionata a suicidarsi. 



Durante la mattinata la Sala Operativa della Questura di Pesaro e Urbino ha ricevuto, sulla linea 113, la chiamata telefonica di una donna che, in maniera concitata affermava di essere intenzionata a suicidarsi.

L’Agente, tenendo la sua interlocutrice occupata all’apparecchio telefonico ed attuando con professionalità le tecniche del caso, è riuscito a stabilire con lei un dialogo e ad acquisire dettagli utili al suo rintraccio da parte delle pattuglie.

La donna è risultata alla guida di un’autovettura e si stava muovendo senza una meta precisa nella zona di Cattabrighe di Pesaro, con ogni probabilità cercando di trovare il coraggio per compiere l’insano gesto.

Un equipaggio della Squadra Volanti, giunto in loco tempestivamente, è riusciuto a intercettare ed a bloccare il veicolo dell’aspirante suicida. La mamma 35enne, nella circostanza, in evidente stato di agitazione e disperazione, continuava a gridare di voler morire, inizialmente indifferente ai tentativi degli Agenti di calmarla.

Solo dopo numerosi tentativi, i Poliziotti hanno tranquillizzato e convinto la signora a farsi visitare dai medici del locale Pronto Soccorso.

La donna aveva maturato l’intenzione di suicidarsi a causa del forte momento di stress per motivi di carattere personale e lavorativo.






Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2011 alle 17:34 sul giornale del 27 settembre 2011 - 979 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, suicidio, pesaro, tentato suicidio, donna, mamma, polizia di pesaro, roberta baldini, cattabrighe





logoEV