Novafeltria: 25enne uccide il padre per futili motivi, rinchiuso in carcere a Pesaro

coltello aggressione 1' di lettura 26/09/2011 -

Una brutta discussione tra padre e figlio è degenerata concludendosi nel peggiore dei modi. Questa mattina a Novafeltria, un ragazzo 25enne ha ucciso il padre per futili motivi.



Alle 05.00 di questa mattina, in stato di agitazione, il giovane ha chiamato la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, riferendo di aver ucciso il padre. Immediatamente intervenuti in via Don Milani, i carabinieri bloccavano A.L. 25enne figlio della vittima, trovato all'esterno dell'edificio, in evidente stato di shock.

All'interno invece c'era il corpo del padre L.L. di 62 anni, riverso a terra e privo di vita a causa di un fendente sferrato all'altezza dell'addome. Ignote le cause che hanno portato al raptus omicida.

Il giovane 25enne è stato arrestato perché ritenuto responsabile del reato di omicidio e successivamente associato alla Casa Circondariale “Villa Fastiggi” di Pesaro a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

La Procura della Repubblica di Pesaro ha disposto la traslazione della salma presso l’obitorio dell’ospedale di Novafeltria per il successivo esame autoptico.






Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2011 alle 15:28 sul giornale del 27 settembre 2011 - 512 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, omicidio, pesaro, novafeltria, coltello, vivere pesaro, rossano mazzoli





logoEV