Ancona: convegno su 'Remix, tradizione ed innovazione nelle professioni di domani'

Gianni Fiorentini 2' di lettura 24/09/2011 -

Con il convegno “Remix, tradizione ed innovazione nelle professioni di domani” si conclude Proteo, il progetto promosso dalla Provincia di Ancona per migliorare l’occupabilità dei giovani di età compresa fra 17 e 24 anni residenti nel territorio provinciale.



L’evento si svolgerà il prossimo 27 settembre al teatro Sperimentale di Ancona e sarà l’occasione per trarre il bilancio di un anno di lavoro. Tre le linee di azione che hanno ispirato la diverse attività: il contatto con il mondo del lavoro, sia in Italia che all’estero, la crescita di una cultura dell’auto-imprenditorialità, l’aggiornamento degli operatori dell’orientamento.

Oltre 200 i ragazzi coinvolti. Di questi, 60 hanno partecipato ai seminari per la diffusione e lo sviluppo della cultura di impresa, 12 ai tirocini professionali in Irlanda, 90 hanno preso parte a stage di primo orientamento con inserimenti estivi nelle aziende del territorio, 10 ai percorsi di alternanza scuola-lavoro, mentre altri 28 hanno avuto occasione di sviluppare un progetto all’interno del gruppo Loccioni. Inoltre, 38 operatori impegnati nell’orientamento professionale dei giovani hanno partecipato ai laboratori di aggiornamento e formazione

Tanti gli ospiti illustri che con le loro esperienze di successo prenderanno parte alla kermesse. Tra loro Eleonora Voltolina, giornalista professionista che ha creato e dirige la testata online Repubblica degli Stagisti, Enrico Loccioni, presidente dell’omonimo gruppo, leader mondiale nella misura e nell’automazione per il controllo qualità, Ramon Magi, co-fondatore e presidente di Eurodesk Italia, consulente per la realizzazione di programmi nazionali ed europei di formazione, educazione e mobilità, e Paolo Manocchi, consulente e formatore di numerose aziende pubbliche e private, nazionali e internazionali.

“Questo convegno – afferma l’assessore provinciale alle Politiche sociali Gianni Fiorentini – rappresenta certamente un utile momento di confronto sul lavoro svolto, ma anche un trampolino per rilanciare misure che hanno giovato alla formazione e all’esperienza dei giovani che vi hanno preso parte. Infatti, riteniamo importante che, come è accaduto in questo anno primo anni di Proteo, i ragazzi si confrontino all’interno di percorsi formativi che prevedono l’interazione di antichi saperi artigiani e nuove tecnologie, soprattutto in un territorio come il nostro, che vede la presenza di un ricco tessuto industriale”.

Proteo è stato realizzato in partenariato con il Comune di Ancona, la Provincia di Pesaro e Urbino, il Comune di Senigallia, la Camera di Commercio di Ancona, gli istituti “Corinaldesi” di Senigallia, “Marconi” di Jesi e “Corridoni – Campana” di Osimo, la cooperativa sociale Costess, il Circolo culturale Africa e la compagnia teatrale “Ponte tra culture”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2011 alle 16:28 sul giornale del 26 settembre 2011 - 606 letture

In questo articolo si parla di attualità, provincia di ancona, ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pGV