Turismo, nelle Marche arrivi e presenze in aumento. Superata anche la Toscana

3' di lettura 23/09/2011 -

La Regione Marchepresenta i dati relativi alla stagione turistica 2011 ed annuncia la riconferma di Dustin Hoffman come testimonial anche per la prossima campagna promozionale. Ma la notizia vera è il sorpasso delle Marche nei confronti di Toscana e Liguria per quanto riguarda la percentuale di camere occupate presso le strutture ricettive: 80,3%, dato superiore anche alla media nazionale.

 



E proprio di “effetto Hoffman” si potrebbe parlare dopo aver letto i risultati raggiunti dalla Regione in materia di turismo. Ammontano infatti 1.995.085 gli arrivi, con un aumento dell’1,86% sul 2010. Ma a soprendere è il dato relativo ai turisti stranieri che da gennaio ad agosto 2011 hanno deciso di trascorrere le proprie vacanze nelle Marche. Crescono, infatti, del 6,82% gli arrivi e del 12,96% le presenze. Anzitutto, i tedeschi. Che tornano ad affollare le spiagge marchigiane e non solo (ma abbiamo registrato un notevole aumento dei flussi anche per le città d’arte e per il turismo verde”, precisa il dirigente regionale Sandro Abolardi). Ma aumentano sensibilmente anche arrivi e presenze da Paesi finora “sconosciuti” al turismo marchigiani. In crescita gli statunitensi (29%) ed i canadesi (32,26%), per non parlare del boom dei turisti cinesi: +141,71% rispetto lo scorso, per un totale di 60mila presenze. “Dati confortanti – commenta l’assessore Serenella Moroder – che ci dicono che destagionalizzare il nostro turismo è davvero possibile”.


Il 2011 è anche l’anno del boom di ospiti che hanno scelto di trascorrere una vacanza nelle strutture ricettive diverse dal tradizionale albergo. In forte crescita, infatti, arrivi e presenze presso agriturismi, country houses e bed & breakfast. Sia per quanto riguarda i turisti italiani che quelli estranieri. Gli agriturismi e le country houses registrano aumenti del 9,45% e del 2,04% per quanto riguarda gli arrivi italiani, mentre le presenze straniere salgono dell’8,75% e del 9,41%. Trend confermato anche per i B&B: +20,6% e +15,59% per arrivi e presenze dal nostro Paese, +28,31% e +44% per i turisti che arrivano dall’estero. In aumento anche il flusso di ospiti negli alberghi a 4 stelle, mentre arrancano le strutture di categorie inferiore. Per questo il presidente Spacca sottolinea la “necessità di migliorare il nostro sistema di accoglienza, per aumentare il livello qualitativo del turismo regionale”.

Infine, le mete preferite dagli ospiti. Ancora gettonatissime le riviere, con il 51,5% dei turisti che scelgono le Marche per una vacanza di mare. Ma si rafforzano le presenze nelle città d’arte, nei borghi dell’entroterra e nelle località termali. Ed è la Provincia di Macerata la “regina” del turismo marchigiano: rispetto all’anno scorso, infatti, sono aumentati del 5,03% gli arrivi e del 3,69% le presenze. Bene anche Ancona (+3,43% e +1,89%) e Fermo (+3,22% e +0,9%), in difficoltà Ascoli Piceno e Pesaro-Urbino. Ed il futuro? “Punteremo con forza sui Monti Sibillini – dice l’assessore Moroder – Svilupperemo percorsi di qualità per attrarre i nostri ospiti. E continueremo a lavorare sul turismo sportivo, religioso ed ambientale”. La Regione sta già lavorando alle strategie di comunicazione per la prossima stagione turistica. Dustin Hoffman sarà ancora una volta il testimonial della Regione Marche (per il terzo anno consecutivo): l’attore americano tornerà di nuovo protagonista di una campagna promozionale regionale che verrà incentrata sul “sesto senso”.








Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2011 alle 16:25 sul giornale del 24 settembre 2011 - 1637 letture

In questo articolo si parla di attualità, gian mario spacca, serenella moroder, dustin hoffman, emanuele barletta, sandro abelardi, dustin hoffman marche, turismo marche, dati turismo marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pEe





logoEV