Montemarciano: ruba alimentari e alcolici in un supermarket, arrestato a Jesi un nigeriano

Carabinieri Jesi 1' di lettura 21/09/2011 -

Con l'accusa di rapina impropria, è stato arrestato un nigeriano di ventidue anni residente in Vallesina con regolare permesso di soggiorno. M.B., queste le iniziali, si era recato in un supermercato cittadino ove ha iniziato a riempire il proprio zaino di sostanze alimentari ed alcolici, per un valore di quasi 30 euro.



Terminata la razzia, si è furtivamente diretto all'uscita del supermercato, attraversando il passo riservato all'uscita senza spesa. Un addetto alla sicurezza del negozio, accortosi dei suoi loschi traffici, ha cercato di bloccarlo, ricevendo in cambio una testata da parte del nigeriano che cercava di fuggire.

Allertati immediatamente i militari del 112 che, giunti sul luogo del misfatto, hanno ricondotto il giovane che stava per farla franca, all'interno del locale. Questi, nonostante l'intervento dei Carabinieri, si mostrava molto agitato e, insultandolo, cercava di colpire nuovamente l'addetto alla vigilanza, precedentemente malmenato in varie parti del corpo dal nigeriano stesso.

L'uomo è stato poi condotto alla caserma dei Carabinieri di Jesi, ove è stato tratto in arresto per rapina impropria e successivamente condannato con rito direttissimo dal Tribunale di Ancona a due anni e venti giorni di reclusione da scontare in carcere. L'uomo non è nuovo a fatti del genere. Lo scorso 10 settembre, infatti, si era reso protagonista di un fatto analogo in un supermercato di Marina di Montemarciano. In quell'occasione gli andò bene: fu arrestato e scarcerato l'indomani a seguito della concessione dei benefici di Legge.

L'addetto alla vigilanza è stato invece trasportato all'ospedale di Jesi, dove è stato giudicato guaribile in 6 giorni per le lesioni riportate.








Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2011 alle 17:40 sul giornale del 22 settembre 2011 - 724 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, ilaria cofanelli





logoEV