Contributi alle imprese agricole per il risparmio idrico

Soldi 1' di lettura 21/09/2011 -

“Il Piano di tutela delle acque regionale, approvato dall‘Assemblea legislativa lo scorso anno, individua le misure che la Regione deve incentivare per l’ottimizzazione dell’uso irriguo.



Tra queste la diffusione di metodi e tecniche di irrigazione finalizzati alla riduzione dei consumi e all’ottimizzazione degli usi in un quadro di sviluppo ecosostenibile. Per questo, tramite il Programma di sviluppo rurale, finanziamo investimenti finalizzati al risparmio idrico, in ottica di sostenibilità, economicità e razionalità dell’utilizzo dell’acqua.”

Così il vice presidente e assessore all’Agricoltura, Paolo Petrini, commentando l’approvazione del bando per la concessione di contributi alle imprese agricole per il risparmio della risorsa idrica negli impianti irrigui esistenti, attraverso l’introduzione della tecnica della microirrigazione. La disponibilità finanziaria è di oltre un milione di euro, mentre il singolo contributo sarà del 40 per cento e non potrà superare i 2.500 euro per ettaro di superficie già irrigata. Sono previste deroghe per gli investimenti in aziende vivaistiche e floricole, sia in pieno campo che in serra. Il massimale di aiuto non può superare i 7.500,00 euro per triennio, comprendente l’anno della domanda di contributo e i due anni precedenti (regime de minimis).

Dal prossimo 26 settembre sarà disponibile la procedura informatica per la predisposizione delle domande sul Siar (Sistema informativo agricoltura regionale). Il termine per presentare domanda scade il 21 ottobre prossimo (ore 13.00).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2011 alle 16:36 sul giornale del 22 settembre 2011 - 1006 letture

In questo articolo si parla di regione marche, economia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/pzo





logoEV