Anci Marche: i sindaci dai prefetti per decidersi sul da farsi

2' di lettura 14/09/2011 -

Lo stato pesa sulla spesa pubblica per il 60,5% e avrà tagli per il 23,34%. Le autonomie pesano per il 25,7% e subiranno tagli del 57,4%.



Saranno i sindaci della provincia di Ancona i primi ad essere ricevuti dal prefetto, appuntamento fissato alle ore 9.45 con la delegazione guidata dal sindaco di Ancona Fiorello Gramillano, ma nel corso della giornata anche i comuni delle altre province si recheranno nella prefettura di riferimento per manifestare il proprio scontento e la propria preoccupazione nei confronti di una manovra iniqua che penalizza i cittadini soprattutto, ai quali se le cose non cambieranno, dovranno essere applicate nuove tasse a fronte di una riduzione dei servizi.

'Dopo la manifestazione del 30 agosto ad Ancona – ha detto Mario Andrenacci, presidente di Anci Marche - i 239 sindaci marchigiani si dimostrano ancora una volta uniti, aldilà delle rispettive appartenenze politiche, in una battaglia che non possiamo interrompere. Stiamo per fissare una serie di incontri per organizzare la protesta senza tuttavia recare disagio ai cittadini che necessitano invece della piena efficienza degli uffici comunali. Stiamo pensando allo sciopero della fame – ha aggiunto Andrenacci – o ad incatenarci tutti insieme per tenere alta l'attenzione anche della stampa e della televisione su un problema reale, concreto, che si ripercuoterà sulle spalle dei cittadini. Come amministratori sarà impossibile fare investimenti, il patto di stabilità ci lega le mani, non potremo agevolare il tessuto imprenditoriale locale, sarà impossibile continuare ad erogare i servizi proposti finora: il quadro è davvero desolante'.

"I sindaci e gli amministratori locali non c'entrano nulla con la casta – ha concluso – e infatti sono i primi a scendere in piazza non per difendere un privilegio ma per tutelare i cittadini".






Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2011 alle 19:12 sul giornale del 15 settembre 2011 - 998 letture

In questo articolo si parla di anci, associazione nazionale calzaturieri italiani





logoEV