L’iniziativa sensoriabilis compie 5 anni e si rinnova

centro di accoglienza 5' di lettura 12/09/2011 -

Sensoriabilis dedica un mese al tema dell’accoglienza e del turismo accessibile.



Ancona, 12 settembre 2011 – Ieri mattina c'è stata la presentazione ufficiale alla stampa della quinta edizione di sensoriABILIS, progetto di grande valore sociale e culturale pensato e voluto da Confindustria Ancona - Turismo, in collaborazione con Regione Marche, Provincia di Ancona, Camera di Commercio di Ancona, Comune di Loreto e Delegazione Pontificia per il Santuario della Santa Casa di Loreto.

Sede dell’evento Loreto. “Siamo qui stamattina, a margine del Congresso Eucaristico, per testimoniare l’impegno concreto di Confindustria Ancona sui temi del sociale e dell’accoglienza – ha dichiarato Giuseppe Casali, presidente Confindustria Ancona - Sembra inusuale che un’associazione di categoria come la nostra si impegni in un progetto che apparentemente ha poco a che fare con il mondo dell’industria, presi come siamo dal supportare le nostre aziende in un cammino che, stante il perdurare della crisi, è ancora molto in salita. Migliorare l’ospitalità e l’accoglienza del nostro territorio è invece una grande opportunità per tutti coloro che qui vivono e operano: sappiamo bene che un territorio attraente e accessibile, in grado di rispondere alle più diverse esigenze dei visitatori, è un importantissimo biglietto da visita per chi si trova a vivere la nostra regione. Sostenere forme di turismo accessibile aiuta anche a sviluppare l’imprenditoria locale, rendendola un’eccellenza a livello nazionale, e contribuisce a far conoscere la nostra terra al di là dei confini regionali e nazionali”.“Il concetto di ospitalità va molto al di là dell’accoglienza del turista nelle strutture ricettive – ha aggiunto Amleto Roscioni, presidente Sezione Turismo di Confindustria Ancona – è la disponibilità di tutto un territorio ad accogliere persone disagiate. E oggi sono tantissime”.

E’ toccato a Ludovico Scortichini fornire i dettagli dell’edizione 2011 che ha come ambizioso obiettivo di “creare la regione più accogliente d’Europa. I disabili possono essere i nostri allenatori: se saremo in grado di accogliere tutti coloro che hanno problemi di disabilità permanente o temporanea, potremo davvero creare quel modello di accoglienza che rende un territorio vincente rispetto ad un altro”. Tante le novità della quinta edizione, più articolata e complessa rispetto al passato, che allarga i propri orizzonti per esplorare tematiche innovative che impattano sul tema dell’accessibilità in tutte le sue accezioni.

Questo “cambio di passo” ha reso necessario ampliare anche l’orizzonte temporale del progetto che durerà per l’intero mese di ottobre. Novità importante è l’introduzione di nuove tematiche, prima fra tutti quella della sanità intelligente. “Il 1° ottobre – ha spiegato Scortichini - dopo l’inaugurazione ufficiale della manifestazione, ci sarà un importante convegno sui sistemi socio sanitari con il patrocinio della Regione Marche. Saranno affrontati anche altri temi innovativi quali la domotica, il rapporto con la scuola, le disabilità sul lavoro, lo sport, senza dimenticare il turismo”.

Di “progetto all’avanguardia sul territorio nazionale” ha parlato Filippo Schittone, Direttore di Confindustria Ancona, per poi chiamare a testimoniare tutti i partner istituzionali che da anni sostengono e seguono il progetto con grande impegno e passione. Prima fra tutti la Regione Marche, rappresentata dall’Assessore al Turismo Serenella Moroder: “è il prendersi cura dell’altro che ci aiuta a crescere, e far crescere lo spirito di condivisione e di rispetto per gli altri è uno degli obiettivi di sensoriABILIS. Questo progetto aiuta a fare cultura in tal senso, coinvolgendo enti e persone diverse. Quando parlo di Marche di charme intendo anche questo: lo charme include la disponibilità ad accogliere con un approccio di rispetto per tutti”. “E’ necessario rafforzare anche la rete familiare che sta attorno alle persone con disabilità - ha voluto aggiungere Adriana Celestini, assessore alle Attività del Comune di Ancona, altro promotore del progetto - “spesso i familiari dei disabili si sentono soli e tendono ad isolarsi: questo progetto aiuta a diffondere la consapevolezza che tante persone e istituzioni stanno lavorando al loro fianco”.

Di rispetto, ascolto e accoglienza ha parlato anche Patrizia Casagrande, Presidente Provincia di Ancona, che dopo aver rivolto un pensiero affettuoso a Roberto Farroni, tra le altre cose Direttore del Museo Omero, eccellenza del nostro territorio, ha sottolineato come sensoriABILIS abbia un’importante funzione di fare crescere tutti coloro che ci lavorano. Rodolfo Giampieri , presidente Camera di Commercio, ha voluto testimoniare il supporto dell’ente camerale: “La scommessa adesso, a conclusione del Congresso Eucaristico, è quella di tenere alta la percezione positiva del brand Ancona e del brand Marche che durante questa settimana si è creata. La cultura dell’accoglienza è fatta da tutti, da ogni cittadino: è su questa cultura che noi vogliamo investire e un progetto come sensoriABILIS è uno stimolo alla crescita di tutti” Il programma è ricchissimo di iniziative importanti.

Tra queste particolarmente coinvolgente è la giornata dedicata allo sport che viene raccontata con il proverbiale entusiasmo da Tarcisio Pacetti, Presidente Panathlon Ancona. “Si tratta di un’intera giornata dedicata allo sport legato alla disabilità con due momenti prinicpali. La mattina, al Palaindoor di Ancona, le Olimpiadi di sensoriABILIS, con le sfide tra disabili e normodotati e il pomeriggio a Loreto l’inziativa 150 anni di sport e turismo per tutti, in cui sono stati coinvolti tutti i Panthlon della Regione Marche . Due eventi assolutamente da non perdere!”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2011 alle 17:58 sul giornale del 13 settembre 2011 - 1127 letture

In questo articolo si parla di cultura, Confindustria Ancona, centro di accoglienza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pgn





logoEV