Civitanova: Tragedia in mare. Le acque restituiscono un corpo

guardia costiera 1' di lettura 11/09/2011 -

E' una tragica restituzione quella che il mare civitanovese ha fatto. Alcuni pescatori hanno notato sabato 10 settembre un corpo inerme che galleggiava tra i flutti marini. Il corpo si trovava nelle acque antistanti l’imboccatura del porto. Immediata la chiamata alla guardia costiera.



All'arrivo delle autorità portuali, il corpo è stato recuperato ed è stato chiaro fin da subito che non ci fosse più niente da fare. La vittima era M.F., 39 anni di Monte San Giusto.

Sul posto oltre ai sanitari del 118 sono giunti anche i carabinieri e dopo l’identificazione del cadavere, sono arrivati a Civitanova anche i parenti della trentanovenne sangiustese.

Le cause della morte sono tutt'ora al vaglio delle autorità non si escludono nè il malore nè il gesto estremo. Il corpo era vestito, seppure la donna non indossava le scarpe. La macchina di proprietà della montesangiustese è stata rinvenuta sul lungomare sud all’altezza dello chalet la Croce del Sud, al suo interno nessun messaggio.

Sarà l'autopsia che verrà sicuramente disposta ad accertare le cause della morte.






Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2011 alle 19:57 sul giornale del 12 settembre 2011 - 1403 letture

In questo articolo si parla di civitanova marche, guardia costiera, monte san giusto, morte, tragedia, elisa tomassini, guardiacostiera

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/peN





logoEV