counter

Jesi: ventilatori contro il caldo alla prima del Pergolesi

Vittorio Prato e Laura Polverelli ne "La salustia" di Pergolesi 2' di lettura 30/08/2011 -

Previsti ventilatori al Teatro Pergolesi di Jesi per l’inaugurazione per l’inaugurazione del Pergolesi Spontini Festival, venerdì 2 settembre alle ore 20, con il nuovo allestimento de La Salustia di Pergolesi. Capolavoro di Giovanni Battista Pergolesi con la regia della francese Juliette Deschamps, le belle scene di Benito Leonori e la direzione di Corrado Rovaris alla guida dell’Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani.



Non patiremo il caldo al Teatro Pergolesi di Jesi, venerdì 2 settembre alle ore 20 per l’inaugurazione dell’XI edizione del Pergolesi Spontini Festival (2-17 settembre). E’ prevista una temperatura mite in serata, e sono stati installati ventilatori in Teatro. Potremmo ascoltare un vero capolavoro, La Salustia, dramma per musica in tre atti, in un nuovo allestimento a cura della Fondazione Pergolesi Spontini che per l’occasione sarà ripreso in alta definizione dalla Unitel di Monaco di Baviera per essere poi trasmesso sui canali Classica in tutto il mondo ed in Italia su Sky.

Corrado Rovaris dirige l’Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani su strumenti originali. Grandi voci del barocco nella compagnia di canto, con il controtenore romeno Florin Cezar Ouatu che canta un ruolo da soprano, quello dell’imperatore Alessandro. Nell’ottima compagnia di canto, sono inoltre Laura Polverelli (Giulia), Serena Malfi (Salustia), Vittorio Prato (Marziano), Maria Hinojosa Montenegro (Claudio), e Giacinta Nicotra (Albina).

La sapiente regia piena di invenzioni e di giuste soluzioni è della francese Juliette Deschamps, figlia d’arte (di Jérôme Deschamps e di Macha Makeieff) con origini nel piccolo paese di Montecarotto nelle Marche, cresciuta nei teatri e nei palcoscenici fin da bambina. A fine luglio 2011 è stata al Festival della Valle D’Itria a Martina Franca, impegnata nella regia de Il Novello Giasone di Cavalli/Stradella.

Una sorpresa le scene di Benito Leonori (vedi fotografia), ispirata a quelle che in francese si chiamano “meurtrières”: finestre dalle quali si sparava senza essere visti. I costumi molto belli sono di Vanessa Sannino che ha lavorato al Teatro alla Scala di Milano per la Carmen inaugurale della stagione 2009.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2011 alle 12:28 sul giornale del 31 agosto 2011 - 807 letture

In questo articolo si parla di teatro, jesi, spettacoli, fondazione pergolesi spontini





logoEV
logoEV