counter

Bolkestein, Idv: 'Il comune di Civitanova deve approvare una moratoria dell'attuazione del piano spiaggia'

spiaggia 2' di lettura 29/08/2011 -

Condividiamo totalmente le preoccupazioni di Claudio Pini e Mario Montecchiari in merito all'adeguamento degli stabilimenti balneari al piano spiaggia in pendenza della definizione della sorte dell'attuazione della direttiva europea Bolkestein.



Sarebbe opportuno che il comune di Civitanova approvasse una moratoria dell'attuazione del piano spiaggia in attesa di sapere che fine farà la Bolkestein, a maggior ragione in quanto il comune e' espressione di quella destra che a livello nazionale abbiamo costretto a rivedere l'attuazione della Bolkestein, ma che ci fa tribolare in quanto dilaniata fra le proteste nostre e degli operatori e le pressioni delle multinazionali che vorrebbero "mangiarsi" i nostri stabilimenti balneari per farne solo oggetto di speculazione e di perdita di posti di lavoro e non più espressione di tipicità.

La situazione sulla quale stiamo operando e per la cui positiva soluzione continueremo a batterci, e' la seguente. Di recente e' stata approvata nell'ambito della legge comunitaria una norma che consente l'avvio della chiusura della procedura di infrazione attivata dall'UE contro l'Italia perché il governo Berlusconi 2001-2006 non tiro' fuori i balneari dalla Bolkestein come fece per notai, distributori di benzina, tassisti etc. (proprio perché, come detto, voleva favorire i grandi operatori della ristorazione e le multinazionali). Nel mentre sara' in corso la chiusura della procedura d'infrazione (e controlleremo attraverso i nostri parlamentari europei capeggiati da Niccolò Rinaldi) andrà negoziata l'estromissione del settore dei balneari dall'applicazione della Bolkestein (anche attraverso una legislazione specifica in materia) per la sua particolarità e tipicità.

Idv, che ora ha anche la responsabilità provinciale per le attività produttive attraverso l'assessore Torresi, vigilerà e sara' parte attiva, come ha fatto finora, affinché i balneari salvino attività e posti di lavoro, non fidandosi di una destra troppo sensibile agli interessi dei grandi gruppi e troppo poco a quelli della nostra piccola e media impresa. Se il comune di Civitanova non vuole essere complice, sospenda l'attuazione del piano spiaggia sino alla completa attuazione della legge comunitaria in relazione alla Bolkestein.

On David Favia – coord. reg. idv
Giovanni Torresi - ass. prov. attività produttive
Paola Giorgi – vice presidente assemblea legislativa marche






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-08-2011 alle 16:21 sul giornale del 30 agosto 2011 - 1435 letture

In questo articolo si parla di politica, david favia, civitanova marche, Paola Giorgi, IdV Marche, giovanni torresi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/oNd





logoEV
logoEV