counter

Montemaggiore al Metauro: pesarese rapina banca in taxi

taxi 2' di lettura 18/08/2011 -

Giovedì mattina un 39enne di Pesaro a bordo di un taxi, si è fatto accompagnare in una banca di Montemaggiore al Metauro. Entrato nell'istituto di credito con in mano una pistola giocattolo, l'uomo si è impossessato di 15mila euro ed è poi rientrato a Pesaro in Taxi.



A bordo di un taxi preso a Pesaro nei pressi della Stazione Ferroviaria, il 39enne si è diretto nell’entroterra fanese. Dopo aver individuato la piccola banca del Credito Cooperativo della Val Metauro, l'uomo ha calzato un cappellino e armato di pistola è entrato. All'interno dell'istituto si è fatto consegnare da un’impiegata oltre 15 mila euro in contanti, contenuti nelle casse. Qualche minuto dopo, il rapinatore è uscito dalla banca e, sempre a bordo del taxi, che nel frattempo, ignaro di ciò che si stava consumando all’interno lo attendeva fuori, si è allontanato.

Scattata prontamente la ricerca da parte dei carabinieri, anche con l’ausilio prezioso di un elicottero del Nucleo di Falconara M.ma, con decine di posti di blocco lungo tutte le strade provinciali e l’allertamento di tutte le pattuglie della provincia e di quelle vicine, alle quali veniva fornita la descrizione sommaria del rapinatore e del taxi a bordo del quale era fuggito, una station wagon bianca. Si è così riusciti ad individuare, lungo la statale adriatica, un taxi identico a quello visto sul luogo della rapina, parcheggiato a margine della strada, dal quale usciva un soggetto corrispondente alla descrizione che si portava all'interno di una banca.

Temendo un'altra rapina e vista la presenza di molte persone nei pressi, sia all’interno della banca che sul marciapiede antistante, i militari decidono di non intervenire ma di monitorare attentamente l'area. Non appena il sospetto rapinatore ha ripreso il taxi e si è allontanato, giunto in un’attigua via isolata, i carabinieri hanno deciso di bloccare l'auto e immobilizzare il malvivente. Perquisito, l'uomo è stato trovato in possesso dell'intera somma di denaro ed egli indumenti utilizzati, che nel frattempo aveva cambiato con altri..

Il 39enne era entrato nella banca di Pesaro per depositare la somma sul proprio conto corrente “in rosso” ma, l’assenza del direttore aveva precluso l'operazione. L'uomo è stato arrestato. Sconcertato il tassista, incredulo di essere stato protagonista di una rapina.






Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2011 alle 18:53 sul giornale del 19 agosto 2011 - 2074 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, rapina, taxi, pesaro, Montemaggiore al metauro, rossano mazzoli, san giorgio di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/oyh





logoEV
logoEV