counter

Urbino: Festa del Duca, Paolo Villaggio inaugura la rassegna di cinema storico

paolo villaggio 4' di lettura 17/08/2011 -

Festeggia 30 anni di attività l'Associazione Rievocazioni Storiche Urbino Ducale e per questo importante traguardo la XXX edizione della Festa del Duca “Sipari Rinascimentali” promette un programma ricco di novità fin dal primo giorno, venerdì 19 agosto: la prima grande rievocazione storica dedicata all'arrivo in terra feltresca del Duca e della Duchessa e l' incontro con Paolo Villaggio , padrino della rassegna cinematografica storica dedicata alle grandi opere del maestro Mario Monicelli. Fino a domenica 21 agosto spettacoli teatrali , performance di danza, concerti di musica antica e giocoleria, insieme a mercati rinascimentali ed artigiani, mostre, laboratori artistici, reading poetici e una ricercata proposta enogastronomica faranno rivivere l'atmosfera dei tempi dei Montefeltro.



Mercati artigiani e artistici, insieme a vecchi mestieri popoleranno già di buon mattino le vie e i vicoli del centro storico decorate da fiori, piante e stendardi rossi, tinta scelta in onore delle nozze rinascimentali. Ma il Sipario si alzerà alle 18.00 a Borgo Mercatale quando, il grande corteo capeggiato dalla Delegazione di Firenze, giungerà in piazza Duca Federico, accompagnando Federico Ubaldo, in abito di velluto nero con inserti di damasco bianco e argento e la sua giovanissima sposa Claudia de' Medici, riconoscibile dalla veste rossa a motivi floreali e una gorgiera in cotone coperta di pizzo al collo . Come i testi storici narrano, dopo la celebrazione del matrimonio a Firenze il 29 aprile 1621, l'arrivo in Urbino della coppia fu salutato da grandi festeggiamenti che saranno riproposti durante le tre giornate. Proprio per evocare le nozze ducali sarà presentato “ L'Ilarocosmo-Overo il mondo lieto ”, spettacolo in tre intermedi in stile rappresentativo composto da Pietro Pace e Ignazio Bracci in occasione dello sposalizio. Lo spettacolo, mai rappresenato in Urbino a causa della prematura morte dl fratello della duchessa, sarà messo in scena per la prima volta nella città rinascimentale alle ore 19.00 nelle grotte del Duomo ricordando così la ricca tradizione musicale, perla del Ducato.

A Paolo Villaggio sarà invece affidato il compito di inaugurare alle ore 21.00 la rassegna di cinema storico al Collegio Raffaello. L'attore genovese ricorderà l'amico e maestro Mario Monicelli , presidente della Festa, ripercorrendo, attraverso una carrellata di ricordi personali, le opere filmiche più significative del regista scomparso da meno di un anno. Tra le pellicole in visione ovviamente non mancherà “Brancaleone alle Crociate”, film interpretato dallo stesso Villaggio che sarà proiettato alle 22.00, mentre la programmazione dei giorni successivi prevede “La grande guerra” e “Cari fottutissimi amici”.

Durante i tre giorni della Festa la città ideale sarà invasa da un'armonia di suoni di tamburi, cornamuse, ghironde, ma anche spettacoli di falconeria e giocoleria infuocata e armoniose performance di danza rinascimentale. Inoltre, insieme alla ricostruzione fedele del quartiere S. Andrea con scene di vita quatidiana di corte, le maestranze artigiane animeranno le salite ed i vicoli del centro storico e saranno impegnate a insegnare arti dimenticate in laboratori gratuiti. Grandi e piccini potranno apprendere le tecniche della tessitura e tintura naturale, del tombolo e ricamo, della lavorazione del vetro e della costruzione di trampoli e giochi antichi. Chi vorrà protrà cimentarsi anche nella realizzazione di oggetti in creta e intreccio oppure potrà seguire corsi tenuti dagli sbandieratori di Sansepolcro, partecipare a workshop di danza di corte del Rinascimento e imparare a destreggiarsi con arco e freccia guidati dai migliori arcieri del Montefeltro.

Giardini, cortili e osterie torneranno ad essere luoghi di ristoro di nobili, dame, cavalieri, menestrelli, turisti e visitatori. I lauiti banchetti offriranno assaggi della cucina del Duca, riscoprendo così i piatti della tradizione feltresca tra cui coniglio disossato con finocchio selvatico e guanciale con erbette di campo, uvetta, pinoli e cannella; punta di vitella con erbette aromatiche e salsa di prugne, tagliatelle ducali; stufato di cinghiale con polenta e mela cotta; quaglie ripiene al forno accompagnate da patate arrosto, cipolla, arancio e uvetta.

Un inizio trionfante che promette una spettacolare Notte del Duca sabato 20 agosto, quando performace, rappresentazioni, concerti, recital, commedie e tante altre novità invaderanno la città portanto una sferzata festante e gioiosa fino alle prime luci del mattino.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-08-2011 alle 15:54 sul giornale del 18 agosto 2011 - 1892 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, Associazione ARS Urbino Ducale, festa del duca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ou8





logoEV
logoEV