counter

Senigallia: sette arresti e denunce nel lungo ponte ferragostano

carabinieri senigallia 3' di lettura 16/08/2011 -

Lungo ponte di Ferragosto all'insegna dei controlli a tappeto su tutto il territorio del comprensorio senigalliese da parte dei Carabinieri della Compagnia di Senigallia diretta dal capitano Roberto Cardinali, in azione anche con l'unità cinofila e l'ausilio di un elicottero. Un'operazione che ha portato a 7 arresti, 7 denunce, 4 patenti ritirate per guida in stato di ebrezza, 87 persone controllate (di cui 15 extracomunitarie) e 44 obiettivi "sensibili" monitorati (tra cui banche e uffici postali).



Dal 13 al 15 agosto il controllo costante della città e del territorio ha avuto come obiettivo primario quello di prevenire i reati contro il patrimonio, e in particolare furti e scippi. In particolare, domenica 14 agosto, durante la mattinata, i Carabinieri hanno arrestato Massimo Delle Donne, pregiudicato senigalliese di 45 anni, sorpreso inflagrante dopo aver rubato dei rubi di rame dal cantiere del nuovo sottopasso di via Mamiani. L'uomo è state fermato dai militari ancora con le tronchesi in mano. Secondo la ricostruzione dei fatti, Delle Donne avrebbe tranciato alcuni pozzetti della messa a terra per sottrarre del rame. Un furto particolarmente pericoloso e che avrebbe potuto provocare anche conseguenze gravissime dal momento che molti dei pozzetti dell'area del sottopasso di via Mamiani sono collegati alla linea ferroviaria. Processato per direttissima, Delle Donne è stato condannato a 2 anni e 4 mesi di recluse da scontare nel carcere di Montacuto.

Il giorno di Ferragosto invece i militari sono entrati in azione, intorno alle 9 del mattino, con un blitz in uno degli edifici disabitati in via Bixio, all'ingresso del Porto, dove i proprietari della prima casa avevano segnalato alla Polizia prima e ai Carabinieri poi, "movimenti sospetti". Giunti sul posto, i Carabinieri hanno sorpreso all'interno dello stabile sei extracomunitari, tutti di nazionalità tunisina e di età compresa tra i 23 e i 34 anni, che dovo aver forzato una delle finestre avevano utilizzato l'edificio come luogo di bivacco. Gli extracomunitari, tutti noti alle forze dell'ordine ad eccezione di un 31enne sbarcato nei mesi scorsi a Lampedusa, avevano anche allacciato abusivamente le condotte dell'acqua e stavano cercando di monomettere anche il contatore dell'elettricità per poter avere corrente elettrica. Tutti e sei sono stati arrestati con le accuse di invasione di territorio e danneggiamento aggravato.

A Belvedere Ostrense la guida spericolata di un pregiudicato di 21 anni, residente a San Marcello, avrebbe potuto provocare una tragedia. Il giovane era alla guida della sua vettura quando all'altezza del curvone che da via Mercatale si immette sulla via di circonvallazione del paese, ha perso il controllo dell'auto andandosi a schiantare contro il pilone del cancello di un'abitazione. Per l'urto la cancellata è caduta all'interno del giardinetto dell'abitazione, distruggendo la vettura di una coppia di turisti. Sole per un caso fortuino il figlio di pochi anni della coppia, che era in procinto di ripartire per il rientro, era da poco rientrato in casa. Il giovane, accompagnato in ospedale per un lieve trauma cranico, si è rifiutato di sottoporsi al test dell'etilometro e delle droghe per cui la patente di guida gli è stata immediatamente ritirata.








Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2011 alle 15:56 sul giornale del 17 agosto 2011 - 1750 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, carabinieri, roberto cardinali, carabinieri senigallia





logoEV
logoEV