counter

Brandoni: 'Spacca faccia autocritica'

Giuliano Brandoni 1' di lettura 11/08/2011 -

Sconcertano anzi rammaricano le considerazioni che il Presidente della Giunta Regionale Spacca ha rilasciato intorno alla necessità di ridare alla politica una nuova dignità attraverso una morigeratezza fatta di spese oculate e “meritate” indennità.



Parla il Presidente della necessità di ricostruire una nuova fiducia tra la politica e la società. Questa fiducia si conquista però attraverso dichiarazioni di verità che comportano autocritica e senso di responsabilità. Per l’intera legislatura scorsa Spacca e la sua Giunta, insieme a gran parte del Consiglio hanno fatto “orecchie da mercante” di fonte alle proposte che il gruppo del PRC, invero non all’unanimità (già Togliatti ricordava che anche i cavalli di razza hanno addosso qualche zecca) ha presentato: dalla riduzione delle indennità per i consiglieri regionali al tetto per i compensi dei dirigenti al dimezzamento delle spese elettorali.

Poi, per quanto riguarda l’attuale compenso del Segretario generale della Regione sarebbe stato utile ricordare, più che difendersi, l’incremento annuo dello stesso (dai 204.000 euro annui lordi e omnicomprensivi del 2010 ai 280.000 per il periodo luglio 2011/giugno 2012 oltre, probabilmente, ad altri 56.000 euro di indennità di risultato) come altrettanto necessario sarebbe un opera di vera trasparenza sui compensi dirigenziali e sugli incarichi esterni. Questa fase sociale, la grave crisi che attraversiamo, necessitano di atteggiamenti che onorino la verità non di fumose e furbesche dichiarazioni. Mi sarei aspettato quindi non la “fiera delle vanità” ma sincera autocritica.


da Giuliano Brandoni
comitato regionale PRC Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2011 alle 16:55 sul giornale del 12 agosto 2011 - 2641 letture

In questo articolo si parla di gianmario spacca, politica, giuliano brandoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/omF





logoEV
logoEV