counter

Sanità, Ugl: 'Pochi gli obiettivi raggiunti, ancora numerose questioni da risolvere'

ugl sanità 1' di lettura 08/08/2011 -

Sulla definizione della questione dei pagamenti per i giorni festivi infrasettimanali che finalmente ha chiuso a favore dei lavoratori un’annosa questione i pagamenti dovuti per servizi prestati, la UGL esprime un parere unanime alle altre organizzazioni sindacali.



Uno dei pochi obiettivi raggiunti tra l’altro con tempi biblici. Rimangono sul tavolo numerose questioni che questa organizzazione sindacale sente il diritto-dovere di ricordare: i tagli al personale del comparto e soprattutto al personale di assistenza diretta, che costringe a turni massacranti, a ferie non usufruibili, riposi a distanza di giorni o settimane, i tagli ai servizi come ultimamente accaduto alla Potes (postazione di emergenza e soccorso a Falconara) che mettono a rischio il cittadino, la numerosità di personale dirigente con costi elevati e che spesso non producono efficienza, ma sovrapposizioni di competenze e ruoli.

Dirigenti della Sanità Regionale in un rapporto statisticamente esagerato e troppo troppo pagato, un programma di riforme (vedi aree vaste a valenza provinciale) senza autonomia giuridica, che porterà alla catastrofe della contrattazione sindacale, chi deve decidere ed organizzare sarà sempre più lontano della realtà del lavoratore e del cittadino, creerà disagi, disservizi ed incomprensioni.

A questo punto credere ancora in questa politica è solo un romanzo fantasy, la storia vera quella delle persone è distante mille miglia. Ma continuiamo così, l’importante è la scure dei tagli perché possa ancora vivere alla grande la “casta”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2011 alle 18:40 sul giornale del 09 agosto 2011 - 1847 letture

In questo articolo si parla di attualità, ugl, ugl sanità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ohg





logoEV
logoEV