counter

S. Benedetto: Open Sea, Scott Matthew e Mario Desiati ospiti d'eccezione della seconda giornata

Scott Matthew 3' di lettura 08/08/2011 -

Seconda intensa giornata martedì 9 agosto per Open Sea, il festival di teatro danza, musica e letteratura ideato dall'assessorato alle politiche culturali del Comune di San Benedetto e dall'AMAT con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Marche.



Quattro gli appuntamenti in programma. Si comincia alle 19 al Teatro dell'Olmo (via dell'Olmo, 16) con Malaprole, drammaturgia di Fabrizio Baleani e regia di Matteo Ripari suoni di Andrea Lambertucci, proposto dalla compagnia sambenedettese Nessunteatro. In scena, in questo spettacolo finalista dell'edizione 2011 del prestigioso Premio Scenario che negli anni ha rivelato numerosi nomi importanti del teatro italiano fra cui Emma Dante, l'attore Mamadou Diallo (Kenz). Si indagano le illusioni della lunga gavetta verso l'età adulta, verso una realtà che sembra essere destinata a rimanere fuori da un luogo che è un po' stanza dei giochi, un po' serra dove maturare artificialmente. E delle fratture nel sé e nel rapporto con gli altri che tutto ciò comporta. Dal Teatro dell'Olmo si passa - per una prima serata con ben due appuntamenti. Il primo alla Palazzina Azzurra alle 21,30 con lo scrittore Mario Desiati, finalista con il romanzo Ternitti del Premio Strega 2011. L'incontro con l'autore, condotto e curato da Nicoletta Vallorani e realizzato in collaborazione con la libreria la Bibliofila, è preceduto da un breve recital dell'attore sambenedettese Edoardo Ripani in cui verranno interpretate alcune pagine del romanzo che racconta il difficile riprendersi la giovinezza sullo sfondo di un'Italia dolorosamente vissuta da emigranti in Svizzera e altrettanto dolorosamente vissuta al ritorno nel proprio paese. L'evento atteso da un gran numero di fans da tutta Italia, è alle 23,00 al Teatro Concordia, con il concerto del cantautore australiano Scott Matthew.

Voce ammaliante e inquietante che si è rivelata nella colonna sonora del film culto Shortbus di John Cameron, e artista che nella nostra regione conta un insospettabile numero di fan, Matthew torna in Italia per presentare il suo terzo e nuovo album. Con un titolo dal sapore antico, scelto per enfatizzare l'approccio musicale romantico, Gallantry's favorite son è un'amalgama delle esperienze di Matthew dal debutto ad oggi. La musica del giovane cantautore australiano naturalizzato newyorkese è un diario, i cui segreti vengono rivelati ad un cerchio di amici intimi. Un cerchio che cresce continuamente. "L'amicizia che diventa famiglia mi aiuta con ciò che è misterioso" canta. Non si riferisce solo ai vecchi collaboratori ma a tutti i suoi fan. Perché insieme è più semplice alimentare la speranza, insieme è più facile resistere alla follia del quotidiano. L'appuntamento con Il bicchiere della Staffa, a cura di Piergiorgio Cinì è alle 24 circa al Molo Sud (Monumento al Gabbiano Jonathan Livingston). Racconti in forma di recital su pagine di autori celebri che hanno per tema il mare, la libertà, l'amore, la poesia, la vita e l'utopia. Per chiudere la serata.

Informazioni AMAT t. 071.2072439 (www.amatmarche.net e www.nuovascenamarche.it). Ingresso libero a tutti gli spetacoli eccetto dove indicato. Per lo spettacolo di Alessandro Sciarroni: 40 i posti disponibili ogni replica (tre repliche previste), prenotazione obbligatoria al n. 346/0956050. Su web www.nuovascenamarche.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2011 alle 18:58 sul giornale del 09 agosto 2011 - 2127 letture

In questo articolo si parla di musica, teatro, spettacoli, amat marche, s. benedetto del tronto





logoEV
logoEV