counter

Zinni (Pdl) alla Regione Marche: 'La maggioranza non faccia più colpi di mano estivi'

Giovanni Zinni 2' di lettura 04/08/2011 -

Come immaginavo la maggioranza della Regione Marche approfitta della calura di agosto per fare qualche colpo di mano, uno attinente il mondo della cooperazione l'altro quello della sanità.



Per quanto riguarda la cooperazione, dopo che l' I.R.Ma. (la Società partecipata che gestisce il patrimonio immobiliare) ha sbagliato per ben due volte la gara d'appalto per l'affidamento del servizio di portierato dei suoi edifici, dopo che diversi operatori avevano lamentato degli errori, alla fine la Giunta ha dato tutto in mano alla CONSIP (Società del Ministero delle Finanze che gestisce il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.), che ovviamente non può conoscere tutte le realtà del territorio e che quindi non ha nemmeno invitato a partecipare alla nuova gara varie cooperative locali, anche per disabili, fra le quali anche quella che già gestiva il servizio.

Questo è un fatto grave, poiché se si ci fosse stata maggiore oculatezza, dando per scontata spero la buona fede che comunque appurerò con determinazione si sarebbe potuto dare lavoro a precari marchigiani anche disabili. A settembre presenterò un'interrogazione affinché questo esempio di mala gestione abbia risposte chiare. La cooperazione serve per garantire il sociale non solo gli interessi della Regione Marche. Altra questione incresciosa riguarda una nuova selezione al lavoro flessibile dell' Asur: infatti l'Asur.ha pubblicato avvisi per il conferimento di ben 20 incarichi annuali in varie posizioni, bloccando, contemporaneamente, di fatto le assunzioni dalle graduatorie di concorsi già espletati. Qui siamo nel solito modo a rischio clientelare nel metodo delle assunzioni.

E' evidente che esistendo delle graduatorie a tempo indeterminato ancora in vigore, la serietà imporrebbe di assumere anche a tempo determinato le persone nelle graduatorie amministrative invece di pescare nuovi precari che andranno stabilizzati attraverso altre modalità. Il centro sinistra approfitta della sua virtuosità nei conti pubblici sanitari per continuare a fare pasticci nelle assunzioni: continuare con un doppio canale di concorsi a tempo indeterminato con in parallelo assunzioni dirette a collaborazione penalizza gli idonei nelle graduatorie a tempo indeterminato che così rimangono sempre fuori dal meccanismo di assunzione.

Ci vuole maggiore chiarezza da parte dell' Asur nelle sue strategie di assunzione del personale. Anche in questo caso a settembre farò un'interrogazione per denunciare l'ennesimo episodio politico di superficialità della maggioranza in Regione. Mezzolani non deve più consentire che vengano adottati due pesi e due misure nelle assunzioni dell' Asur.


da Giovanni Zinni
Consigliere Regionale PdL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2011 alle 19:36 sul giornale del 05 agosto 2011 - 2081 letture

In questo articolo si parla di politica, giovanni zinni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/oaO





logoEV
logoEV