counter

Assistenza farmaceutica, nuovi provvedimenti della Regione Marche per contenere la spesa

2' di lettura 04/08/2011 -

Contenere ulteriormente la spesa farmaceutica e migliorare l’assistenza sanitaria attraverso un uso appropriato dei medicinali. È l’obiettivo della Regione Marche che rafforza gli interventi adottati negli ultimi anni, grazie ai quali è riuscita a limitare l’incremento di spesa del Servizio sanitario regionale portandolo dal 2,7 allo 0,9 per cento nello scorso triennio.



Risorse che sono state investite per migliorare i servizi sul territorio e per compensare i minori trasferimenti statali. La Giunta regionale ha adottato tre deliberazioni con le quali istituisce un Centro regionale di farmacovigilanza, partecipa a un progetto interregionale per il monitoraggio epidemiologico dei farmaci utilizzati in pronto soccorso (accedendo a un finanziamento nazionale), dispone nuovi indirizzi per regolamentare l’assistenza farmaceutica convenzionata (medicinali erogati attraverso le farmacie) e quella ospedaliera. Il Centro regionale svolgerà attività di coordinamento e di informazione rivolta ai medici, ai farmacisti, ai cittadini.

Il progetto interregionale verrà sviluppato insieme alle Aziende ospedaliere Ospedali Riuniti di Ancona e Marche Nord, l’Inrca e Asur. Le disposizioni per la “convenzionata” mirano ad aumentare l’utilizzo di alcuni farmaci non coperti da brevetto (quindi di pari efficacia, ma con costi minori). Le disposizioni per la farmaceutica “ospedaliera” prevedono prescrizioni che riguardano l’uso di farmaci ad alto contenuto tecnologico, la valutazione della loro appropriatezza, il monitoraggio del consumo degli stessi, l’aumento della distribuzione tramite le farmacie degli ospedali.

“Le deliberazioni adottate dalla Regione – sintetizza l’assessore alla Salute, Almerino Mezzolani – sono in linea con quelle emanate negli anni precedenti e rafforzano i provvedimenti per contenere la spesa farmaceutica. La delibera non va a discapito della qualità delle prestazioni assistenziali, ma rafforza l’utilizzo appropriato dei medicinali e quindi la loro efficacia terapeutica. Le ulteriori azioni intraprese sono in linea con quelle stabilite a livello nazionale, in quanto le Regioni devono rispettare tetti di spesa ben definiti”.

“Attraverso le delibere adottate si migliora l’efficienza della prescrizione farmacologica e si garantisce il cittadino in termini di reale appropriatezza prescrittiva in relazione alle loro necessità terapeutiche – spiega il direttore del Dipartimento per la Salute e per i Servizi Sociali Carmine Ruta – Si otterrà, inoltre, il netto miglioramento del raccordo tra ospedale e territorio, che si tradurrà in un accompagnamento del paziente lungo tutto il percorso assistenziale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2011 alle 16:02 sul giornale del 05 agosto 2011 - 1429 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/n9t





logoEV
logoEV