counter

Civitanova: bici rubate in cambio di droga, blitz in stazione

2' di lettura 02/08/2011 -

Bici in cambio di droga, questo lo scambio che sempre più spesso sta avvenendo. Ad assumere le prime informazioni riguardo tale traffico sono stati i Carabinieri di Quartiere (gli appuntati Morelli e de Giovanni) che, dagli chalet alla zona della Stazione Ferroviaria, hanno appreso di alcuni furti connessi all’acquisto di droga.



In pratica alcuni tossicodipendenti del luogo, uno dei quali è stato preso alcuni giorni fa proprio alla Stazione FS civitanovese mentre provava ad imbarcare una bici rubata su un treno diretto ad Ancona, usavano asportare bici nelle affollate rastrelliere antistanti gli chalet della costa, presa d’assalto in questi giorni d’estate, per poi cederle ai pusher come pagamento per sostanza stupefacente. Un meccanismo piuttosto chiaro e consolidato, visto che solo nella mattinata di ieri ben 8 cittadini avevano presentato denuncia di furto delle bici alla Caserma dell’Arma di Via Carnia e numerosi erano stati i rinvenimenti di bici rubate, a pedale ed elettriche, svolti dagli stessi carabinieri civitanovesi.

Questa mattina il blitz: i due carabinieri di quartiere e 6 carabinieri della stazione di Civitanova Marche (quasi tutto il reparto si riversava per strada) si posizionavano nei punti cardine della città. Avvistavano un movimento di tossicodipendenti e poco dopo vedevano apparire due uomini, presunti pusher. Scattava il controllo proprio nel piazzale antistante lo scalo ferroviario. Gli uomini accerchiati, non sono riusciti nè a fuggire, nè a buttare la sostanza che detenevano perciò sono state sequestrate diverse dosi di hascisc ed eroina, già preparata e confezionata per essere ceduta, complessivamente 18 grammi. Identificati alcuni tossicodipendenti che, anche dopo il loro arresto, cercavano probabilmente nel piazzale della stazione i loro pusher.

I due tunisini, gravati da alcuni precedenti nonché irregolari sul territorio italiano, sono arrestati per concorso nello spaccio di stupefacenti e condotti al carcere di Ancona. Ma anche un marocchino, responsabile del furto di 4 biciclette avvenuto qualche giorno fa è stato identificato dagli stessi carabinieri della stazione civitanovese e denunciato per furto aggravato.






Questo è un articolo pubblicato il 02-08-2011 alle 17:39 sul giornale del 03 agosto 2011 - 2090 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, droga, civitanova marche, stazione ferroviaria, tossicodipendenti, pusher, carabinieri di quartiere, elisa tomassini, furti di biciclette

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/n4P