counter

Sanità, via la 13 Zone Territoriali. La Regione vara le 5 Aree Vaste

luca marconi|gian mario spacca|almerino mezzolani 5' di lettura 01/08/2011 -

La Regioneavvia il riordino del sistema sanitario. Resta la Asur, via le 13 Zone Territoriali, sostituite dalle 5 Aree Vaste.
 



Si tratta di cinque grandi bacini di utenza coordinati dall’Azienda Unica Sanitaria Regionale, che manterrà la personalità giuridica (a differenza delle Aree Vaste). E che consentiranno di dar vita a quel sistema “a rete” che il presidente Spacca da sempre sostiene ed incoraggia, e che verrà definitivamente tradotta in concreto con il Piano Sanitario Regionale, del quale si inizierà a discutere da settembre.

La riforma sanitaria regionale si sviluppa su tre livelli. Anzitutto, la valorizzazione di Ospedali Riuniti (Torrette – Lancisi – ex Umberto I), che verrà alleggerito da tutte quelle prestazioni sanitarie elementari che al momento gestisce. Torrette, insomma, non sarà più l’ospedale di rete di tutta la Regione, ma (dice Spacca) “un centro ad elevatissima specializzazione, che verrà dotato di macchinari e tecnologie all’avanguardia”.

L’alleggerimento di Torrette avverrà a partire dal secondo livello, composto dai “presidi territoriali”: strutture ospedaliere di zona, che formeranno così la “rete sanitaria” dell’Area Vasta. Così, ad esempio, un cittadino dell’entroterra anconetano non dovrà più arrivare a Torrette per i servizi elementari, ma potrà rivolgersi all’ospedale di zona più vicino che garantirà il servizio. E’ proprio questo il senso della “rete sanitaria” che viene ad essere rafforzata dal riordino imposto dalla Regione: prestazioni dislocate sul territorio dell’Area Vasta, e gestite da ospedali che andranno così ad alleggerrire il carico di lavoro di Torrette, destinato a trasformarsi in un punto di riferimento di alta specializzazione per la medicina e la ricerca. I presidi delle comunità locali garantiranno invece le prestazione di base ed il pronto intervento.

Il terzo livello della riforma riguarda invece il futuro. “I tagli imposti dal governo incideranno in profondità sul nostro sistema sanitario – dice il presidente Spacca – e dovremo far fronte a 200 milioni di mancate risorse nel prossimo triennio. E la sfida sarà quella di mantenere l’alta qualità delle prestazioni sanitarie adeguandole ad una comunità con delle caratteristiche specifiche”. Nel caso delle Marche, l’innalzamento dell’aspettativa media di vita e la cura delle patologie croniche legate alla quarta età.

Le prestazioni socio-assistenziali verranno invece integrate direttamente con i Comuni. “Al momento la spesa annua per le rsu e le altre forme di assistenza sanitaria ammonta a circa 300 milioni di euro – dice Luca Marconi, assessore regionale ai Servizi Sociali – Costi coperti per una metà dalla Regione e per l’altra direttamente dai Comuni. Ora si tratta di risparmiare per consentire l’assistenza a tutti i livelli, dalla famiglia alle residenze sanitarie, senza necessariamente ospedalizzare il paziente”.

Ecco le nuove Aree Vaste e la relativa redistribuzione dei Comuni:

AREA VASTA TERRITORIALE N. 1

Comuni: Acqualagna; Apecchio; Auditore; Barchi; Belforte all'Isauro; Borgo Pace; Cagli; Cantiano; Carpegna; Cartoceto; Colbordolo; Fano; Fermignano; Fossombrone; Fratte Rosa; Frontino; Frontone; Gabicce Mare; Gradara; Isola del Piano; Lunano; Macerata Feltria; Mercatello sul Metauro; Mercatino Conca; Mombaroccio; Mondavio; Mondolfo; Monte Cerignone; Monte Porzio; Montecalvo in Foglia; Monteciccardo; Montecopiolo; Montefelcino; Montegrimano Terme; Montelabbate Montemaggiore al Metauro; Orciano di Pesaro; Peglio; Pergola; Pesaro; Petriano; Piagge; Piandimeleto; Pietrarubbia; Piobbico; Saltara; San Costanzo; San Giorgio di Pesaro; San Lorenzo in Campo; Sant'Angelo in Lizzola; Sant'Angelo in Vado; Sant'Ippolito; Sassocorvaro; Sassofeltrio; Serra Sant'Abbondio; Serrungarina; Tavoleto; Tavullia; Urbania; Urbino.

AREA VASTA TERRITORIALE N. 2

Comuni: Agugliano; Ancona; Apiro; Arcevia; Barbara;Belvedere Ostrense; Camerano; Camerata Picena; Castelbellino; Castelcolonna; Castelfidardo; Castelleone di Suasa; Castelplanio;Cerreto d'Esi; Chiaravalle; Cingoli; Corinaldo; Cupramontana; Fabriano; Falconara Marittima; Filottrano; Genga;Jesi;Loreto; Maiolati Spontini; Mergo; Monsano; Monte San Vito; Montecarotto; Montemarciano; Monterado; Monteroberto; Morro d'Alba;Numana; Offagna; Osimo; Ostra; Ostra Vetere; Poggio San Marcello Poggio San Vicino; Polverigi ; Ripe; Rosora;

San Marcello; San Paolo di Jesi; Santa Maria Nuova; Sassoferrato; Senigallia; Serra de' Conti; Serra San Quirico; Sirolo; Staffolo.

AREA VASTA TERRITORIALE N. 3

Comuni: Acquacanina; Appignano; Belforte del Chienti; Bolognola; Caldarola; Camerino; Camporotondo di Fiastrone; Castelraimondo; Castelsantangelo sul Nera; Cessapalombo; Civitanova Marche; Colmurano; Corridonia; Esanatoglia; Fiastra; Fiordimonte; Fiuminata; Gagliole; Gualdo; Loro Piceno; Macerata; Matelica; Mogliano; Monte San Giusto; Monte San Martino; Montecassiano; Montecavallo; Montecosaro; Montefano; Montelupone; Morrovalle; Muccia; Penna San Giovanni; Petriolo; Pieve Torina; Pievebovigliana; Pioraco; Pollenza; Porto Recanati; Potenza Picena; Recanati; Ripe San Ginesio; San Ginesio; San Severino Marche; Sant'Angelo in Pontano; Sarnano; Sefro; Serrapetrona; Serravalle di Chienti; Tolentino; Treia; Urbisaglia; Ussita; Visso.

AREA VASTA TERRITORIALE N. 4

Comuni: Altidona; Amandola; Belmonte Piceno; Campofilone; Falerone; Fermo; Francavilla d’Ete; Grottazzolina; Lapedona; Magliano di Tenna; Massa Fermana; Monsampietro; Morico; Montappone; Monte Rinaldo; Monte San Pietrangeli; Monte Urano; Monte Vidon Combatte; Monte Vidon Corrado; Montegiberto; Montegiorgio; Montegranaro; Monteleone di Fermo; Monterubbiano; Montottone; Moresco; Ortezzano; Pedaso; Petritoli; Ponzano di Fermo; Porto San Giorgio; Porto Sant’Elpidio; Rapagnano; Sant’Elpidio a Mare; Servigliano;Torre San Patrizio.

AREA VASTA TERRITORIALE N. 5

Comuni: Acquasanta Terme; Acquaviva Picena; Appignano del Tronto; Arquata del Tronto; Ascoli Piceno; Carassai; Castel di Lama; Castignano; Castorano; Colli del Tronto;Comunanza; Cossignano;Cupra Marittima; Folignano; Force; Grottammare; Maltignano; Massignano; Monsampolo del Tronto; Montalto delle Marche; Montedinove; Montefalcone Appennino; Montefiore dell’Aso; Montefortino; Montegallo; Montelparo; Montemonaco; Monteprandone; Offida; Palmiano; Ripatransone; Roccafluvione; Rotella; San Benedetto del Tronto; Santa Vittoria in Matenano; Smerillo; Spinetoli; Venarotta.








Questo è un articolo pubblicato il 01-08-2011 alle 15:08 sul giornale del 02 agosto 2011 - 2135 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, almerino mezzolani, gian mario spacca, asur marche, carmine ruta, emanuele barletta, sanità marche, luca marcoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/nZ2





logoEV
logoEV