counter

Monte Urano: evasione fiscale, nei guai un imprenditore cinese

guardia di finanza 1' di lettura 29/07/2011 -

Gli uomini delle Fiamme Gialle di Fermo, impegnati da tempo in operazioni di controllo finalizzate alla verifica di eventuale utilizzo di fatture false nell'ambito commerciale, hanno denunciato un 36enne cinese.



Y.P., un imprenditore di Monte Urano operante nel settore della fabbricazione di parti di cuoio per calzature, nel triennio 2006/2008 avrebbe infatti utilizzato fatture false per 94.250 euro. L'uomo, che avrebbe occultato le scritture contabili, la cui detenzione è obbligatoria, per evitare guai, nel 2009 avrebbe anche tentato il 'salto di qualità'.

L'imprenditore cinese, che avrebbe quindi omesso la presentazione totale delle imposte, dovrà rispondere dei reati di “Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti” e dell’“Occultamento o distruzione delle scritture contabili”, contemplate dal Decreto Legislativo n. 74/2000.

L'attività delle Fiamme Gialle ha consentito pertanto di segnalare agli Uffici Finanziari 184 mila euro di elementi positivi di reddito sottratti all’imposizione, correlate violazioni all’I.V.A. per 46.500 euro e 94.250 euro di costi indebitamente detratti.






Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2011 alle 19:02 sul giornale del 30 luglio 2011 - 2099 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ascoli piceno, monte urano, guardia di finanza, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/nXd





logoEV
logoEV