Fano: scarichi in mare per il maltempo, divieto di balneazione lungo la costa

sassonia 1' di lettura 26/07/2011 -

Il sindaco di Fano ha emesso una ordinanza con la quale in via cautelativa si dispone il divieto di balneazione temporaneo in alcuni punti della costa a causa dello scarico a mare degli scolmatori di portata a servizio degli impianti di Ponte Metauro e Ponte Sasso, così come comunicato dall'Aset spa in seguito al maltempo dei giorni scorsi.



Il divieto di balneazione temporaneo è in vigore per il tratto tra 20 mt a nord e 20 mt a sud degli scolmatori: n. 3 Casello Fs Gimarra, n. 4 via delle Nasse, n. 5 Ex Stella (via dei Barchetti), n. 19 via delle Brecce, n. 22 Bagni Marino, n. 23 Hotel Caravel, n. 24 Hotel Imperial, n. 47 Parco giochi, n. 25 Camping Gabbiano, n. 26 Hotel Spiaggia d'Oro, n. 27 via Faà di Bruno (Hotel Tosca), n. 28 Chiesa S. Elena, n. 45 Piazza Faà di Bruno e n. 30 Cofine Marotta (Pensione Trieste) e per un tratto di 50 mt a nord e 5o mt a sud degli scolmatori n. 17 via Ruggeri, n. 18 via del Bersaglio.

Sul posto sono stati affissi appositi cartelli di delimitazione temporanea ed urgente di balneazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2011 alle 11:44 sul giornale del 27 luglio 2011 - 2779 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nL4


Sono anni che, con due gocce d'acqua in più dal cielo, arrivano i divieti di balneazione (a lato degli scolmatori a mare). E sarà ancora così per molto tempo ancora, fino a quando non verranno realizzate le opere necessarie per dividere le acque chiare - da portare a fiume o a mare o dove si vuole (se chiare sono davvero) - dalle nere o grigie da mandare al depuratore.

Credo che prima che i lavori verranno davvero realizzati bisognerà attendere ancora qualche annetto.




logoEV