Civitanova: armati da Carabinieri e in possesso di cocaina, denunciati due buttafuori

2' di lettura 15/07/2011 -

Tre pistole, riproduzione ad aria compressa di Beretta in uso alle forze di polizia, un involucro contenente cocaina, un tirapugni in metallo, un coltello a serramanico e, persino, una copia della “placca” dei Carabinieri, ovviamente senza matricola. Questo ciò che i Carabinieri hanno rinvenuto durante un banale controllo su due uomini, impiegati come buttafuori in locali della costa, dopo essere stati fermati per strada.



La Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche ha deciso di intensificare, per tutto luglio e agosto, la vigilanza delle pattuglie notturne lungo i comuni costieri. Una presenza ben visibile lungo le strade principali già nella tarda serata, mediante presidi di autoradio dell’Arma. Durante la scorsa notte 8 pattuglie del radiomobile civitanovese e delle stazioni di Porto Recanati, Potenza Picena, Porto Potenza, Montelupone e Morrovalle, controllato la circolazione stradale. Proprio nell'ambito di uno di questi controlli la scoperta nell'auto dei due buttafuori. Inquietante, soprattutto, il rinvenimento del distintivo dell’Arma che lascia interrogare se sia stato mai utilizzato e con quali finalità. La perquisizione è scattata nella zona Fontanelle ed i due non hanno saputo fornire giustificazioni in merito. Scattata la denuncia alla magistratura, per i reati in materia di armi e droga, col conseguente sequestro del materiale.


A Recanati, inoltre, i carabinieri del luogo, dopo alcuni giorni di indagini sono risaliti agli autori di un danneggiamento accaduto ai danni di locali parrocchiali. I danni, ingenti quantificati per circa 30.000 euro, erano stati denunciati come accaduti presumibilmente in ore notturne. Gli accertamenti dell’Arma, fondati sulla proficua collaborazione dei residenti, hanno messo luce sulla vicenda e consentito l’identificazione di una decina di ragazzi, tutti giovanissimi del luogo. La scelta del luogo dove erano accaduti quei danneggiamenti e deturpamenti era assolutamente occasionale, in quanto gli stessi avevano usato quei luoghi per riunirsi.








Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2011 alle 16:34 sul giornale del 16 luglio 2011 - 4402 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, recanati, porto recanati, civitanova marche, cocaina, denuncia, porto potenza, elisa tomassini, beretta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/npB





logoEV