counter

Ancona: fermate in porto 27 tonnellate di rifiuti tossici dirette in Pakistan

guardia di finanza 1' di lettura 26/06/2011 -

Ventisette tonnellate di rifiuti pericolosi, rottami di compressori usati, sono state sequestrate nel porto di Ancona dalla Guardia di finanza e dalla Dogana, a bordo di un container in partenza per il Pakistan.



Un imprenditore forlivese, responsabile del trasporto, è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Ancona.

Nel corso di un controllo doganale sono state notate sostanze oleose che filtravano dal container dentro il quale erano nascoste. Si trattava quindi di sostante evidentemente differenti dai materiali indicati sulla documentazione di accompagnamento, poi risultata falsa.

Per le verifiche sulla pericolosità del carico erano presenti anche i tecnici dell'Arpam che hanno verificato che il materiale contiene sostanze tossiche, e non era stato bonificato.






Questo è un articolo pubblicato il 26-06-2011 alle 18:28 sul giornale del 27 giugno 2011 - 3291 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, guardia di finanza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/mBd





logoEV
logoEV