counter

Porto Recanati: sfruttamento dell' immigrazione clandestina. Arrestato un pakistano residente all'Hotel House

Arresto 1' di lettura 23/06/2011 -

Arrestato all'Hotel House K.M., pakistano di 35 anni, con l'accusa di favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina



Il pakistano lavorava insieme al fratello, residente in Pakistan con il quale reclutava persone che volevano raggiungere l'Europa fornendogli un falso nulla osta per motivi di lavoro, il tutto dietro compenso di 9.000 euro che permetteva di fatto la circolazione in tutta l'area di Schengen. Nel falso nulla osta il nome di una un’azienda agricola abruzzese dove però i clandestini non arrivavano mai.

Pare che i due insieme al titolare dell'azienda agricola di Avezzano avessero un discreto giro di affari. K.M. è stato rinchiuso nel cercare di Camerino su disposizione della magistratura de L’Aquila. Arrestato anche il titolare dell'azienda agricola.






Questo è un articolo pubblicato il 23-06-2011 alle 18:18 sul giornale del 24 giugno 2011 - 2504 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto recanati, arresto, pakistan, immigrazione clandestina, hotel house, avezzano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/muN