counter

Mecerata: ex Inam, richiesto l'intervento del Comune

Polizia 1' di lettura 13/06/2011 -

Nella mattinata di lunedì la questura di Macerata ha formalmente interessato gli uffici del Comune per l'adozione di provvedimenti che portino alla messa in sicurezza del fabbricato ex Inam, a Macerata.



Da qualche tempo i cittadini della zona segnalavano strani movimenti all'interno dell'edificio. Il vice questore Aggiunto Riconi, Dirigente dell’Ufficio prevenzione generale e Soccorso pubblico, insieme al personale del proprio ufficio ha condotto un sopralluogo all'interno dello stabile al fine di verificare quanto segnalato. La proprietà, informata dell'ispezione e con disponibilità, ha fornito le chiavi d'accesso.

Una volta all'interno è stato possibile verificare che un gruppo di tossicodipendenti utilizzava stabilmente l'edificio come base per le loro attività. In alcune stanze sono state rinvenute centinaia di siringhe usate ed un tavolino con il necessario per la fabbricazione delle bustine termosaldate, utilizzate per confezionare le dosi di eroina.

Altre stanze erano state adibite ad improvvisate residenze con tanto di letti e sedie. A conferma dell'uso illecito e criminoso della struttura, si segnala il rinvenimento all'interno di vari effetti personali oggetto di furti effettuati in città. Sul posto è intervenuta anche la polizia scientifica per le necessarie operazioni di documentazione fotografica e video e la raccolta dei reperti biologici probatori. Nei prossimi giorni sarà intensificata l'attività di controllo ed investigativa.






Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2011 alle 19:03 sul giornale del 14 giugno 2011 - 864 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, francesca morici, macerata, ex inam

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/l4c





logoEV
logoEV