counter

Volley: le Marche sul tetto del mondo per il pubblico della World League

palarossini di ancona 2' di lettura 08/06/2011 -

Le Marche del Volley con la partita di World League Italia Cuba giocata lo scorso 2 giugno mettono un altro trofeo internazionale in palmares: medaglia d’oro per il pubblico presente.



Che il PalaRossini gremito in ogni ordine di posti (quelli in piedi compresi) fosse un magnifico colpo d’occhio oltre che il miglior abbraccio alla Nazionale che debuttava sul suolo italiano lo avevano già testimoniato le più importanti TV del mondo collegate grazie alla RAI.
Ora lo confermano anche le statistiche che vedono Ancona e le Marche competere ancora una volta con le grandi metropoli come già avevano fatto nel 1978 e nel 2010 con il mondiale assoluto maschile.

Oro nella Pool D con i suoi 6.148 (seguita dai 5.200 di Andria e dai 5.022 di Lione), la “piccola” Ancona ha un più che lusinghiero piazzamento anche in graduatoria generale dove è preceduta solo da megalopoli come Rio de Janeiro (9.988 posti occupati sui quasi 13.000 disponibili al Maracanazinho per il Brasile campione del mondo contro la Polonia) e da città di oltre 760.000 abitanti come Lodz (Polonia USA).
Superata solo di un soffio da San Juan, capitale del Porto Rico (6.436 spettatori per Portorico-Brasile), e dalla russa Kaliningrad (fino alla seconda guerra mondiale nota come Koenisberg, 6.435 spettatori per Russia Germania), ha staccato di quasi 600 spettatori una città come l’argentina Rosario che, potendo contare su un bacino d’utenza di un milione di abitanti, si è fermata ai soli 5.600 di Argentina Serbia.
Archiviato anche questo ennesimo riconoscimento dell’incessante quanto proficuo lavoro svolto dal Comitato Regionale e dai Comitati Provinciali della Fipav Marche, riflettori spenti sull’attività internazionale in vista della pausa estiva?

“Siamo già al lavoro da tempo in spiaggia perché le Marche stanno iniziando, con il supporto di Banca Marche, la nuova stagione del beach volley che passa anche per il Mondiale – dice un Franco Brasili, presidente del CR Fipav Marche, visibilmente soddisfatto – Le nazionali femminili si sono preparate sulla sabbia del Centro Federale di Falconara (gestito in collaborazione con il Comune) con uno staff che parla tutto marchigiano. Naturalmente speriamo in un ottimo risultato, ma non posso negare che le Marche i loro traguardi possono dire di averli già raggiunti: qualificazione e promozione in un percorso che nei prossimi giorni si arricchirà di altri straordinari steps”. Ma questa è un’ altra storia.


   

da Marche volley




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2011 alle 17:02 sul giornale del 09 giugno 2011 - 1620 letture

In questo articolo si parla di sport, volley, marche volley

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/lNQ





logoEV
logoEV