counter

Il messaggio ai marchigiani del Presidente del Consiglio Regionale Solazzi per il 2 giugno

2' di lettura 02/06/2011 -

Il Presidente dell’Assemblea legislativa delle Marche rivolge il suo pensiero soprattutto ai giovani, invitandoli a credere e a mantenere viva la Costituzione.



“La celebrazione della Festa della Repubblica rappresenta il modo migliore per ricordare a noi tutti, che la scelta fatta sessantacinque anni orsono dagli italiani deve trovare una azione di continuità in quello che facciamo oggi nel nostro lavoro, nel rapporto con la società che ci circonda, nel rapporto con le istituzioni”. Vittoriano Solazzi, Presidente dell’Assemblea legislativa delle Marche apre così il suo messaggio rivolto a tutti i marchigiani in occasione della ricorrenza della proclamazione della Repubblica.

Il 2 giugno del 1946 gli italiani scelsero la Repubblica come forma di governo da dare al Paese. Da allora è iniziato un cammino che ha sempre affermato l’importanza dei valori legati a quella scelta referendaria e alla Costituzione. Valori che sono i custodi della nostra libertà e della nostra democrazia. Un appello sentito è rivolto dal Presidente Solazzi ai giovani che invita a difendere e amare la Costituzione repubblicana che va salvaguardata nella sua integrità. “Dovete sentirla vostra – ha detto il Presidente – perché essa rappresenta il programma del nostro vivere civile e democratico. In questa Costituzione c’è dentro tutta la nostra storia, tutto il nostro passato, ma anche il nostro e vostro futuro.”

“A chi – prosegue nella nota il Presidente – è chiamato a rappresentare i cittadini nelle istituzioni, spetta, soprattutto in questa ricorrenza, il compito di interpretare e risolvere quelle che sono le reali necessità della comunità. In un momento particolarmente difficile come l’attuale il pensiero va soprattutto alle persone che sono in difficoltà, che non hanno il lavoro o lo hanno perso, ai giovani per i quali occorre impegnarsi ancora di più per dare risposte sempre più efficaci e concrete per il loro avvenire.”

Solo così saremo certi di aver celebrato degnamente la festa della Repubblica Italiana ritualizzandone i valori costitutivi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2011 alle 08:53 sul giornale del 03 giugno 2011 - 2460 letture

In questo articolo si parla di politica, 2 giugno, Vittoriano Solazzi, Festa della Repubblica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/lyN





logoEV
logoEV