Ancona: la Polizia scopre un'officina meccanica non autorizzata in via Fano

polizia 1' di lettura 29/05/2011 -

Gli uomini della Polizia Giudiziaria di Ancona, coordinati dal dirigente Roberto Razzano, nel corso dell'attività di contrasto ai reati contro l'ambiente commessi da officine, elettrauti, carrozzerie e concessionarie hanno scoperto ed accertato un'abusiva attività.



Si tratta di un'officina meccanica, elettromeccanica, gommista e di carrozzeria in via Fano ad Ancona. I titolari, nonostate non fossero autorizzati a svolgere tale attività, erano anche in possesso di una licenza da bar, affittacamere e distributore di carburante.

Inoltre, gli Agenti hanno appurato che gli stessi esercitavano l'illecita attività di autoriparatori senza aver mai comunicato l'avvio dell'attività agli organi competenti come previsto dalla legge. Pertanto i titolari sono stati sanzionati per oltre 5 mila euro e l'attrezzatura e la strumentazione è stata quindi posta a sequestro amministrativo ai fini della confisca. Materiale che, sebbene lasciato in giudiziale custodia ai titolari, è di fatto a disposizione dell'autorità competente (CCIAA).

Particolare attenzione infatti viene data dalla Polizia Stradale al contrasto delle attività abusive, che non solo arrecano danno erariale allo Stato, ma anche ai commercianti, agli artigiani e più di tutto ai semplici cittadini che sono i più esposti a possibili truffe, nonché agli imprenditori che svolgono la loro professione nel rispetto delle regole e che soffrono la concorrenza di personaggi senza scrupoli.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2011 alle 02:52 sul giornale del 30 maggio 2011 - 2469 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, ancona, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/lou