Falconara: rigassificatore Api, i Verdi chiedono alla giunta Spacca di negare l'intesa

Adriano Cardogna 2' di lettura 27/04/2011 -

“No all’intesa tra la Giunta regionale e l’API Nova energia per il rigassificatore di Falconara Marittima.” Questo quanto richiesto dalla mozione che il Capogruppo dei Verdi in Regione, Adriano Cardogna, ha presentato in Consiglio regionale. “Non è approfondita – sostiene Cardogna – ne, adeguatamente certificata dagli organi competenti (vedi Codice della navigazione), la sicurezza a mare, sia per ciò che riguarda le modalità di ormeggio e trasferimento di gas nave/isola fissa, che per ciò che concerne gli allibi tra nave rigassificatrice/navi gasiere in un quadrante a elevato traffico marittimo e senza ridossi e ripari.”



Un problema non indifferente, mai sollevato sino ad ora, che aggiunge altro fuoco alla brace della discussione, attualmente in atto nella regione, sulla realizzazione dei terminali rigassificatori di Falconara e Porto Recanati. I Verdi chiedono anche di tener conto del fatto che la Regione Marche, chiamata a valutare l’impatto ambientale dei due progetti di rigassificazione, sostanzialmente equivalenti, ha espresso pareri completamente diversi.“Non si comprende – prosegue Cardogna – come per Falconara sia stato espresso parere favorevole sulla compatibilità ambientale, mentre per Porto Recanati no, nel momento in cui si sia utilizzato un quadro di riferimento programmatico unico.”

Questo fa supporre analisi non comprensibili che per i Verdi sono incogliibili. Va poi aggiunto che il progetto di Api Nova Energia interesserebbe una localizzazione, a terra, ricompresa nell’Area a elevato rischio di crisi Ambientale (AERCA) e che l’impianto di trasformazione di gas dallo stato liquido a quello gassoso e di trasferimento alla rete nazionale si collocherebbe in un sito inquinato d’interesse nazionale, perimetrato sia a mare che a terra. Elementi non certo trascurabili che aggiunti ai gravi problemi legati all’ambiente, all’economia, alla salute, conducono entrambi i due progetti dei rigassificatori verso sentieri sconosciuti e pericolosi che porteranno i Verdi delle Marche a fare quanto è loro possibile per evitarli.


da Adriano Cardogna
Presidente del Gruppo Verdi, Regione Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2011 alle 18:07 sul giornale del 28 aprile 2011 - 2539 letture

In questo articolo si parla di verdi, politica, falconara marittima, rigassificatore, adriano cardogna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/j6n





logoEV