Pesaro: la Giunta Regione incontra quella provinciale per i problemi del territorio

4' di lettura 04/04/2011 -

Sono iniziati da Pesaro gli incontri della giunta regionale con le amministrazioni provinciali.



“Questo territorio – ha spiegato il presidente Spacca –si è sempre distinto per la capacità di innovazione nei processi organizzativi, amministrativi, culturali ed economici. Ed è quindi stimolante trovare punti di convergenza e collaborazione istituzionale sulle strategie di breve ma anche di lungo periodo. Giudico molto positiva il progetto di integrazione dei Piani regionali e provinciali, come Marche 2020 e Pesaro 2020 che dobbiamo cominciare a mettere in sinergia.” Un incontro dunque all’insegna del confronto costruttivo su tematiche specifiche, non solo sulle priorità del territorio, ma anche sulla programmazione di più ampio respiro . Il presidente della giunta regionale, Gian Mario Spacca ha infatti lanciato due importanti proposte che si inquadrano nella prospettiva di lungo periodo, fondanti per attivare fin da subito progetti strategici per l’intero territorio regionale.

“Candideremo Urbino come capitale Europea della Cultura nel 2019 ”, ha detto Spacca. “La Regione è consapevole del ruolo fondamentale del capoluogo come asset fondamentale per uno sviluppo che punti sulla cultura e sul turismo. Un programma che si inserisce perfettamente anche nel quadro della valorizzazione e del recupero del Centro Italia come realtà “cerniera” tra Nord e Sud e con una sua precisa identità da rilanciare. Non dobbiamo dimenticare, né far dimenticare, che teniamo unita l’Italia e che qui ci sono le capitali del Rinascimento: Firenze e appunto Urbino, che vanno collegate anche sul piano infrastrutturale. Per questo stiamo seguendo con impegno tutte le ipotesi di fattibilità per la realizzazione della Fano-Grosseto. Altrettanto importante dal punto di vista culturale e turistico – ha poi annunciato Spacca- la collaborazione che abbiamo avviato nei giorni scorsi con il Getty Museum per scambi culturali e mostre che rappresentino le Marche della Cultura e dell’accoglienza negli USA, con un notevole riscontro in termini di valorizzazione del nostro patrimonio culturale sui due filoni che il Museo californiano predilige: archeologico e rinascimentale. Una collaborazione che servirà a stemperare il clima che, sia che si riconosca la proprietà italiana del Lisippo sia al contrario quella del Getty, animerà la fase successiva alla pronuncia del giudice di Pesaro che è stato incaricato dalla Cassazione di emettere la sentenza di ultimo grado, attesa entro breve” I temi trattati nel confronto.

DANNI DEL MALTEMPO - Dopo i ringraziamenti del Presidente della Provincia di Pesaro-Urbino alla giunta regionale per aver accolto l’invito ad un incontro operativo e nello stesso tempo programmatico, Matteo Ricci ha sollecitato l’esigenza di una mobilitazione generale a Roma per far sentire la voce delle Marche contro “ la disattenzione del Governo nei confronti dei cittadini colpiti dai danni del maltempo di marzo”. Un “Marche Day” che serva a riportare giustizia e ad assumersi le responsabilità, al pari di quanto accaduto in altre regioni italiane. Spacca esprimendo il consenso a questa iniziativa, ha ricordato che la stima dei danni urgenti da affrontare ammonta a 80 milioni e che finora dopo lettere, interrogazioni parlamentari, articoli di stampa, vi è solo il silenzio del Governo. “La Regione farà la sua parte – ha detto Spacca - ma anche il Governo dovrà assumersi responsabilità di fronte ai cittadini”.

AZIENDA OSPEDALIERA MARCHE NORD- OSPEDALE PROVINCIALE DI PESARO -FANO. C’è un forte impegno da parte dell’assessorato regionale alla Salute sul progetto, ritenuto una priorità per la qualificazione dell’intero sistema sanitario regionale. Per il via definitivo al progetto manca solo l’individuazione del terreno su cui sorgerà l’ospedale, individuazione che la Provincia comunicherà alla Regione tra circa 20 giorni, puntando la scelta su un baricentro non solo geografico ma anche di collegamento viario. Due le località allo studio: Fosso di Sejore e Muraglie.

FANO –GROSSETO. Dopo aver riportato l’attenzione su questo fondamentale collegamento viario est-ovest, si punta ora a seguire parallelamente due percorsi di fattibilità: la realizzazione completa attraverso un project financing ad alta copertura pubblica con Società Autostrade e Anas e dall’altra parte, una realizzazione per lotti funzionali, cominciando dal lotto 10 con uno stanziamento di 200 milioni che riguarda il tratto Fano – Urbino, come priorità strategica in vista anche della proposta di candidatura di Urbino -Capitale europea della Cultura. Tra gli altri temi trattati anche Energia-Ambiente, Urbanistica, Attività culturali, Federalismo e Finanza con riguardo ai servizi pubblici locali.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2011 alle 16:55 sul giornale del 05 aprile 2011 - 1842 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jd3