Direttiva Bolkestein, mozione di Bugaro

giacomo bugaro 1' di lettura 04/04/2011 -

L’obiettivo della Mozione appena presentata è quello di far comprendere che, qualora i nostri stabilimenti dovessero diventare l’equivalente degli autogrill presenti nella autostrade o nelle stazioni ferroviarie, un pezzo significativo della nostra storia e della nostra offerta turistica sui mercati nazionali ed internazionali sarebbe cancellata in un colpo solo; mentre qualora – ed è l’eventualità più verosimile – dovessero passare direttamente nelle mani della criminalità organizzata (l’unica che dispone dei capitali liquidi necessari), la politica regionale avrebbe contribuito a creare le condizioni migliori per il loro radicamento in un territorio che negli anni ha saputo, invece, resistere e tenerla lontana.



La soluzione proposta non e’ incompatibile con le esigenze di liberalizzazione dei mercati, che tuttavia non possono non essere contemperate con l’altrettanto legittima esigenza di non snaturare un prodotto che, inserito a pieno titolo nella nostra offerta turistica estiva, contribuisce in modo significativo al sostegno economico ed occupazionale della nostra Regione.

Nel testo della mozione sono indicate le altre ragioni di dettaglio che impongono un intervento diretto della Regione. L’auspicio e’ che al più presto tutti si esprimano sulla questione e conferiscano un mandato forte e chiaro al Presidente Spacca, da far valere nei rapporti con il Governo nazionale e con le istituzioni comunitarie.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2011 alle 18:40 sul giornale del 05 aprile 2011 - 1698 letture

In questo articolo si parla di politica, giacomo bugaro, mozione, bolkstein

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jeU