Aereo caduto tra Umbria e Marche, recuperato il corpo del pilota

cessna 172 1' di lettura 28/01/2011 -

Il corpo di Auro Malinconici, 59enne originario di Bastia Umbra (Pg), precipitato con il suo Cessna 172 nel pomeriggio di giovedì, è stato recuperato sul monte Foria, nel comune di Scheggia e Pascelupo (Pg). Il piccolo velivolo era scomparso nella giornata di giovedì al confine umbro-marchigiano.



La zona in cui sono stati individuati i rottami, poco distante da Gubbio in provincia di Perugia, è coperta da almeno mezzo metro di neve. La salma è stata recuperata intorno a mezzogiorno da un velivolo del corpo forestale dello Stato e trasportata all'obitorio dell'ospedale comprensoriale di Branca, a Gubbio, in attesa del riconoscimento ufficiale da parte della famiglia.

Il Cessna su cui viaggiava Malinconici era decollato da Falconara (An) alle ore 14:47 di giovedì 27 gennaio in direzione Foligno (Pg) e il contatto era stato perso poco dopo, alle 15:09.

L'agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha disposto l'apertura di un'inchiesta per stabilire le cause dell'incidente.
Malinconici, infatti, era un pilota esperto con 20 anni di voli alle spalle, ma le avverse condizioni metereologiche potrebbero averlo tradito. Non è da escludere, tuttavia, l'ipotesi di un malore; l'analisi sulla scatola nera farà chiarezza in merito.






Questo è un articolo pubblicato il 28-01-2011 alle 17:48 sul giornale del 29 gennaio 2011 - 1216 letture

In questo articolo si parla di cronaca, gubbio, incidente aereo, sara caponi, bastia umbra, cessna 172

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gN9


Fabrizio Lana

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV