PD: le donne democratiche si organizzano, nasce la Conferenza regionale delle donne

2' di lettura 27/01/2011 -

Si è insediata nei giorni scorsi la Conferenza permanente delle Donne Democratiche delle Marche, costituita dalle donne del PD impegnate nelle istituzioni e nei diversi organi del partito.



L’obiettivo è quello di promuovere la partecipazione femminile alla vita politica e favorire l'elaborazione di progetti di cambiamento che partendo dalle donne si estendano all'intero Paese. Presenti le senatrici Silvana Amati e Marina Magistrelli, la Presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande, oltre a numerose sindache e amministratrici locali.

La Conferenza ha eletto all'unanimità Stefania Benatti coordinatrice regionale e indicato le rappresentanti marchigiane nella Conferenza Nazionale Donne Democratiche, unitamente alle aventi diritto. Per la provincia di Pesaro e Urbino sono state elette Catia Perugini, Eleonora Marocchi e Marina Bargnesi; per Ancona Loredana Pettinelli, Ilaria Ramazzotti e Sabrina Mengarelli, per Macerata Caterina Pucci e Luciana Salvucci, per Fermo Catia Ciabattoni e Carmen Mattei, per Ascoli Piceno Valentina Bellini e Patrizia Rossini. La coordinatrice Benatti ha annunciato nelle prossime settimane l'articolazione della Conferenza in tutte le province, con assemblee locali aperte alle donne che vogliono impegnarsi per costruire l'alternativa al governo di centrodestra.

In un momento di grave decadimento sul piano dei valori etici e del bene comune a causa delle vicende personali e politiche di Silvio Berlusconi, il Pd rilancia la proposta di partecipazione politica a partire dall'impegno dei cittadini e in particolare delle donne e dei giovani. Per questo motivo il primo appunamento per le Donne Democratiche sarà l'adesione alla campagna “Berlusconi dimettiti” lanciata dal Segretario Nazionale Pierluigi Bersani e coordinata nelle Marche dal segretario regionale Palmiro Ucchielli, con l'obbiettivo di raccogliere 10 milioni di firme tra coloro che vogliono esprimere indignazione verso un governo ormai incapace di dedicarsi ai problemi reali del Paese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2011 alle 17:32 sul giornale del 28 gennaio 2011 - 736 letture

In questo articolo si parla di silvana amati, politica, partito democratico, marina magistrelli, donna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gLc