Anpas: il consiglio regionale si occupa (e preoccupa) dei trasporti sanitari

anpas, croce rossa, confraternite della misericordia 2' di lettura 27/01/2011 -

Dopo le numerose sollecitazioni dei giorni scorsi in cui Anpas, Croce Rossa Italiana e Confederazione delle Misericordie hanno puntato il dito sugli effetti disastrosi causati dall’approvazione di un articolo dell’ultima Finanziaria regionale, sembra che qualcosa si stia muovendo.



I Consiglieri Regionali hanno preso coscienza delle reali conseguenze del provvedimento, che in un colpo solo escluderà le associazioni di volontariato e farà aumentare i costi del trasporto sanitario di 85/90 milioni di Euro (che graveranno sulle spalle dei contribuenti marchigiani); si è quindi registrata una convergenza “bipartisan” sulla necessità di tornare indietro rispetto alla decisione assunta a dicembre u.s. Nella seduta dell’Assemblea Legislativa di martedì 25 u.s. sono state presentate varie interrogazioni dei Consiglieri e 2 mozioni (una del Partito Democratico e l’altra del Popolo della Libertà): in esse si richiede alla Giunta Regionale di modificare l’art. 15 della L.R. 20/2010 in modo da non disperdere le importanti risorse costituite dai volontari che, per pura solidarietà sociale (e non per lucro), garantiscono da decenni questo fondamentale servizio di assistenza alla persona. L’unico rammarico, rispetto a questa positiva e responsabile reazione dei Consiglieri, riguarda solamente l’inaspettata assenza in aula dell’Assessore alla Salute Mezzolani, che ha causato il rinvio della discussione delle mozioni ed interrogazioni alla prossima seduta consiliare, programmata per martedì 8 febbraio.

Intanto i documenti pervenuti dal Servizio Salute dopo circa 2 mesi dalla formale richiesta di ANPAS sembrano confermare l’assenza di effettive ed urgenti motivazioni, tali da rendere necessarie le discutibilissime modalità di approvazione delle modifiche alla Legge sul trasporto sanitario. E’ in programma per domani (venerdì 28 gennaio) un incontro con l’Assessore Mezzolani nel corso del quale le istanze dell’ANPAS saranno orientate all’immediato ripristino del quadro normativo antecedente alla scellerata approvazione da parte di un inconsapevole Consiglio Regionale dell’art. 15 della Legge Finanziaria 2011, ferma restando la consueta disponibilità di ANPAS per ogni possibile confronto su futuri miglioramenti del quadro normativo, qualora gli stessi risultassero effettivamente ed improrogabilmente indispensabili.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2011 alle 19:34 sul giornale del 28 gennaio 2011 - 609 letture

In questo articolo si parla di attualità, anpas, croce rossa, confraternite della misericordia, trasporto sanitario

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gMl





logoEV